Home Alunni Mangiare sano a scuola, riparte il progetto “frutta Day” per educare gli...

Mangiare sano a scuola, riparte il progetto “frutta Day” per educare gli alunni

CONDIVIDI

Con il nuovo anno scolastico riprende il Progetto  finanziato dall’Unione Europea di distribuzione di frutta e verdura e latte nelle scuole.

Si vogliono incoraggiare le abitudini virtuose

Il programma ha l’obiettivo di promuovere sane abitudini alimentari tra i bambini della scuola primaria sia con  la distribuzione di frutta, verdura e prodotti derivati dal latte, sia con specifiche azioni educative importanti per comunicare agli scolari l’importanza di una buona alimentazione e per spiegare loro come è prodotto il cibo che mangiano.

Si vuole  incoraggiare, come si legge dal sito del ministero dell’Istruzione, “i bambini al consumo di frutta e verdura e sostenerli nella conquista di abitudini alimentari sane, diffondendo messaggi educativi sulla generazione di sprechi alimentari e sulla loro prevenzione”.

In mezzo alla notizia

Sempre più scuole

Nell’anno scolastico 2017/2018, grazie all’aumento del numero di scuole partecipanti, l’iniziativa a favore di una sana alimentazione ha raggiunto oltre 30 milioni di bambini in tutta l’Unione europea.

In Italia, gli istituti scolastici che hanno già fornito la propria adesione in questo prossimo anno scolastico sono circa 2.900, corrispondenti a più di 1 milione e 200.000 alunni.

Di questi, 960.000 saranno coinvolti nelle distribuzioni regolari; il Miur sta predisponendo delle iniziative  speciali per coinvolgere la restante parte con distribuzioni ad hoc tramite  giornate dedicate alla realizzazione di laboratori sensoriali.

Stati membri Ue coinvolti

I bambini verranno  coinvolti  inoltre, con  giornate a tema (Frutta Day) e giornate dedicate, durante le quali sono distribuiti contemporaneamente molti tipi di prodotto, da consumare nei diversi modi possibili, o effettuando visite a fattorie didattiche e ad aziende agricole: tutto ciò al fine di favorire la conoscenza dei processi produttivi degli alimenti.

In particolare, per ogni anno scolastico vengono riservati oltre 150 milioni  di euro per gli ortofrutticoli e 100 milioni per il latte. Gli stati membri dell’UE partecipano compatti all’iniziativa nonostante la stessa sia facoltativa. Ogni Paese può inoltre, integrare l’aiuto della UE con propri finanziamenti nazionali.

La scelta dei prodotti da distribuire si basa su diversi aspetti di ordine ambientale e sanitario, ma anche sulla stagionalità degli stessi prodotti e  disponibilità degli stessi integrando la varietà con prodotti regionali e locali.

Tutte le info sul progetto

La distribuzione dei prodotti è accompagnata da una serie di attività pedagogiche e di attività integrative che consentono agli alunni di avviare un forte legame con il mondo agricolo, di conoscere tutta la filiera alimentare e gli aspetti legati alla salvaguardia dell’ambiente.

Il progetto è stato sponsor del giro d’Italia di ciclismo 2018 , seguendo tappa dopo tappa la gara con degli stand dedicati , esperti in materia hanno spiegato a bambini e famiglie l’importanza di una sana alimentazione .

Nel sito messo a disposizione dal Ministero è possibile avere tutte le informazioni relative al programma  e  i progetti annessi .