Home I lettori ci scrivono Maturità 2020, grande discriminazione per i privatisti. Parte la petizione

Maturità 2020, grande discriminazione per i privatisti. Parte la petizione

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Il Decreto Legge Scuola 8 aprile 2020, n.22 crea una grave discriminazione ai danni degli studenti esterni degli Istituti Secondari: migliaia di privatisti saranno esclusi dagli Esami di Stato di giugno se le scuole resteranno chiuse anche dopo il 18 maggio.
In poche ore la petizione “Lucia Azzolina: Maturità 2020: parità di diritti per i Privatisti” su ha già raccolto migliaia di firme. E il ricorso sarà un atto dovuto.
Infatti il Decreto Legge ammette all’Esame di Stato conclusivo in modalità anche telematica TUTTI gli studenti dell’ultimo anno di secondarie superiori, anche con gravi ed estese insufficienze. INVECE, con le scuole chiuse, ai candidati esterni è impedito di sostenere sia l’Esame di ammissione, sia l’Esame di Stato!
L’Articolo 1, infatti, stabilisce che: I candidati esterni svolgono in presenza gli esami preliminari di cui all’articolo 14, comma 2, del decreto legislativo n. 62 del 2017 al termine dell’emergenza epidemiologica e sostengono l’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo nel corso della sessione straordinaria di cui all’articolo 17, comma 11, del citato decreto legislativo.
Nel 2019, su circa 520 mila maturandi, i candidati esterni sono stati oltre 17 mila, molti studenti – lavoratori, o con problemi di salute o impegnati nello sport.

Non c’è nel DL parità di trattamento tra gli studenti. Il decreto non indica una data certa poiché l’esame di ammissione in presenza non si sa quando potrà essere sostenuto e rimanda a un vago “termine dell’emergenza epidemiologica”. Non c’è una data per la sessione straordinaria di Esame conclusivo (l’anno scorso si era tenuto a fine settembre). Ciò impedirebbe l’iscrizione alle Università italiane ed europee e l’ingresso nel mondo del lavoro.
L’esame di ammissione dei privatisti può essere sostenuto a distanza utilizzando i servizi telematici e gli stessi metodi previsti per gli altri studenti per l’Esame di Stato conclusivo. Ogni privatista a dicembre 2019 è stato assegnato dal MIUR a un Istituto dove sosterrà sia l’Esame di ammissione sia l’Esame di Stato. Ogni studente esterno segue da dicembre il programma di studio stabilito dai professori della classe a cui è stato assegnato. I privatisti non frequentano le aule, esattamente come gli studenti interni in questa emergenza da Covid-19.
Ma ai privatisti è impedito di dimostrare di avere la preparazione per essere ammessi all’Esame di Stato!
Carla Lavazza
Preparazione concorso ordinario inglese