Home Didattica Maturità 2022, in cosa consiste la seconda prova e come va elaborata?...

Maturità 2022, in cosa consiste la seconda prova e come va elaborata? Le nostre Faq

CONDIVIDI

In cosa consistono quest’anno le prove scritte dell’esame di maturità? Ricordiamo cosa stabilisce l’ordinanza.

L’Ordinanza del secondo ciclo

Allegato B1 – Discipline caratterizzanti oggetto della seconda prova scritta – licei

Icotea

Allegato B2 – Discipline caratterizzanti oggetto della seconda prova scritta – istituti tecnici

Allegato B3 – Discipline caratterizzanti oggetto della seconda prova scritta – istituti professionali

Le prove d’esame sono costituite da:

  • una prima prova scritta nazionale di lingua italiana, della durata di sei ore, prevista per mercoledì 22 giugno 2022, dalle ore 8:30;
  • e una seconda prova scritta sulla disciplina (di cui agli allegati B/1, B/2, B/3, differenti per liceo, tecnici o professionali), prevista per giovedì 23 giugno 2022, predisposta con le modalità di cui all’art. 20 dell’ordinanza, in conformità ai quadri di riferimento allegati al d.m. n. 769 del 2018, affinché detta prova sia aderente alle attività didattiche effettivamente svolte nel corso dell’anno scolastico sulle specifiche discipline di indirizzo. Per quanto riguarda la durata di questa seconda prova ricordiamo che essa è prevista nei quadri di riferimento allegati al d.m. n. 769 del 2018. Qualora i suddetti quadri di riferimento prevedano un range orario, la durata è definita dalla sottocommissione con le modalità di cui all’articolo 20.

In cosa consiste la seconda prova?

Seguono una serie di Faq esplicative dei meccanismi della seconda prova.

Come si svolge la seconda prova?

In forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva musicale e coreutica.

Su quali discipline verte la seconda prova?

La seconda prova ha per oggetto una o più discipline caratterizzanti il corso di studio. Tali discipline vanno individuate negli allegati B1, B2 e B3, presenti in apertura al presente articolo.

Quali caratteristiche ha la seconda prova?

Le caratteristiche della seconda prova scritta sono indicate nei quadri di riferimento adottati con d.m. 769 del 2018, i quali contengono: struttura della prova d’esame, e per ciascuna disciplina caratterizzante, i nuclei tematici fondamentali e gli obiettivi della prova, nonché la griglia di valutazione, in ventesimi, i cui indicatori saranno declinati in descrittori a cura delle commissioni. Naturalmente, i quadri di riferimento sono diversi tra licei, tecnici e professionali.

Cosa accerta la seconda prova?

Le conoscenze, le abilità e le competenze attese dal profilo educativo culturale e professionale dello studente dello specifico indirizzo.

La seconda prova è uguale per tutte le classi quinte dell’istituto?

La prova sarà uguale per tutte le classi quinte dello stesso indirizzo.

Chi elabora la seconda prova?

La seconda prova viene elaborata, collegialmente, da tutti i docenti titolari della disciplina oggetto d’esame, appartenenti a tutte le sottocommissioni.

Entro quando va elaborata la prova?

Entro il 22 giugno.

Quante tracce vanno elaborate?

Vanno proposte 3 tracce, sulla base delle informazioni contenute nei documenti del consiglio di classe di tutte le classi coinvolte, così da predisporre una prova che sia rispondente a quanto davvero fatto nel corso dell’anno scolastico dagli studenti. Tra queste tracce, ne verrà sorteggiata una, il giorno dello svolgimento della seconda prova scritta: tale traccia verrà dunque svolta in tutte le classi coinvolte.