Home Attualità Mentana: “La scuola non è più motore di cambiamento. Bisogna svoltare al...

Mentana: “La scuola non è più motore di cambiamento. Bisogna svoltare al più presto”

CONDIVIDI

Il direttore del Tg La 7, Enrico Mentana, parla di scuola e giovani. Nel salotto dello scrittore Antonio Dikele Distefano, all’interno di Basement Cafè di Esse Magazine, si sono incontrati Mahmood, neo vincitore di Sanremo, e il celebre giornalista.

Al centro del dibattito il mondo dell’informazione, tra nuovi media e comunicazione, nell’Italia di oggi.

Icotea

Per il giornalista, “i giovani non sono razzisti e sono il futuro. Il problema è che in Italia spira un vento vecchio e putrido. Il linguaggio del razzismo dovrebbe essere una lingua morta”.

E poi aggiunge: “Il problema non è far alzare i vecchi, ma è far sedere i giovani. Le nuove generazioni non sgomitano per entrare, non fanno lega per entrare. Ciascuno cerca singolarmente l’autino, la spinta, il futuro, fregandosene degli altri. Da un lato c’è pigrizia, dall’altro meno coscienza generazionale. La scuola non è più motore di cambiamento, quando le generazioni sono coese, il punto di aggregazione più classico è la scuola. Tutti i grandi movimenti sono nati dalle scuole, dai docenti o dagli studenti. Il sapere cova sempre il pensiero”.

Basement Cafè è una serie, creata per YouTube, proponendo episodi lunghi in cui i cantanti spaziano dalla musica all’attualità.

Scelto da Google come uno dei case history più interessanti del 2018, le prime 11 puntate del format hanno raggiunto circa 10 milioni di visualizzazioni.