Home Archivio storico 1998-2013 Estero Mentre nei Paesi avanzati si celebra la giornata dell’insegnante, in Kenya troppi...

Mentre nei Paesi avanzati si celebra la giornata dell’insegnante, in Kenya troppi prof abusano degli alunni

CONDIVIDI
  • Credion
Pochi giorni fa, il 5 ottobre, si è celebrata la Giornata mondiale dell’insegnante: lo spirito dell’iniziativa, istituita nel 1994 dall’Unesco, era quello di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul ruolo e sull’importanza sociale dei docenti. Le cui responsabilità, come cittadini educatori, risultano da sempre enormi. Basti pensare a quello che accade nei Paesi più arretrati per rendersene conto.

È notizia di questi giorni che in Kenya più di mille insegnanti sono stati licenziati per abusi sessuali commessi negli ultimi due anni. Gli abusi sono venuti alla luce attraverso una linea telefonica istituita proprio per aiutare le giovani vittime. Stando a quanto precisato alla Bbc da un funzionario del ministero per l’Infanzia e lo Sviluppo sociale, Ahmed Hussein, la maggior parte degli alunni su cui è stata realizzata violenza avrebbe un’età compresa tra i 12 e i 15 anni .
Gran parte dei casi sono stati denunciati nelle scuole primarie delle zone rurali del Paese. Nel 2009 erano stati 600 gli insegnanti licenziati, quest’anno 550, su un personale di 240.000 docenti in tutto il Kenya. “Alcuni di loro sono stati portati in giudizio e sono stati condannati”, ha precisato Hussein.
Il direttore del programma di tutela dell’infanzia ‘Cradle’, Brian Weke, ha sottolineato come il problema sia molto diffuso nel Paese, portando ad esempio il caso venuto alla luce lo scorso anno nella provincia sud-occidentale di Nyanza: “Ho trovato in una scuola primaria 20 ragazze in stato di gravidanza, metà delle quali messe incinte dagli stessi insegnanti”. Qualsiasi commento sarebbe a dir poco superfluo…