Home I lettori ci scrivono Mobilità scuola: non vogliamo il vincolo triennale!

Mobilità scuola: non vogliamo il vincolo triennale!

CONDIVIDI

Il Ministero dell’Istruzione ha varato (senza la firma di alcuni sindacati rappresentativi) il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo 2022-2025 sulla mobilità del personale docente, educativo e ATA.

La presentazione delle domande online avverrà molto probabilmente dal 28 febbraio al 15 marzo 2022.

Icotea

Tutti i neo assunti possono presentare domanda di mobilità per il prossimo anno scolastico 2022/2023 (art. 2 comma 7 del CCNI).

Nei successivi tre anni, il docente non potrà presentare affatto alcuna domanda di mobilità (art. 2 comma 6 del nuovo CCNI).

Il problema è il seguente: tale blocco triennale viene esteso a tutti gli altri docenti (cioè, non solo ai neoassunti!) che, d’ora in poi, presenteranno una domanda di mobilità per altra provincia, rispetto a quella attuale, se soddisfatti “su qualsiasi sede”.

In sostanza, tale articolo 2 comma 6 del CCNI consente a tutti la possibilità di spostarsi, ma solo ogni tre anni!

Il sindacato FSI USAE SCUOLA del territorio piemontese ritiene ingiusta questa decisione: continueremo a seguire la vicenda e scriveremo alle Istituzioni per farla tornare ad essere annuale.

Guido Guerini

Dirigente sindacale FSI USAE SCUOLA