Home Generale Nascono i “bulliziotti”

Nascono i “bulliziotti”

CONDIVIDI

Nasce un progetto contro il bullismo che ha scatenato in positivo la fantasia e la partecipazione dei ragazzi, tanto da coinvolgere anche le famiglie. Accade alla scuola Calvino di Modena, come pubblica la gazzettadimodena.it

«Siamo molto contenti – spiega la professoressa – perché è stato un vero e proprio percorso che, settimana dopo settimana, si è modificato, andando a cogliere le emozioni dei ragazzi. E grazie a queste ha preso proprio la strada che tutti alla fine volevamo».

Icotea

Pensare, appunto, che doveva essere un “esercizio” di lettere: «Avevo scelto il bullismo – per chiedere a loro di mettersi in gioco con la scrittura condivisa. Osservando la classe sono emersi alcuni atteggiamenti: molti di loro si conoscevano ancora poco, qualche semplice conflitto adolescenziale, niente che avesse a che fare col bullismo. Ma i ragazzi hanno cominciato a farsi domande sul loro vivere. Abbiamo approfondito il tema bullismo con ricerche, ci siamo messi dal punto di vista della vittima, dal punto di vista del bullo, da quello dei testimoni. È lì le emozioni provate dai ragazzi sono state tante, sono venuti fuori i loro veri sentimenti».

 

{loadposition carta-docente}

 

Così arriveranno i bulliziotti: «Saranno loro stessi e controlleranno, come anche nel progetto pugliese del gruppo MaBasta!, eventuali situazioni di pericolo con rispetto e senso di responsabilità. Ci sarà una scatola per le segnalazioni, una pagina sul sito della scuola, genitori volontari».

E poi slogan, magari un murales a scuola, una campagna con cappellini e magliette. Un progetto partito dal basso per arrivare in alto: «Già è stato bello vedere un lavoro corale, che ha coinvolto anche le famiglie. Per sconfiggere questo fenomeno scuola e famiglia devono andare nella stessa direzione, il nostro obiettivo è ora coinvolgere quanti più ragazzi e genitori possibile».