Home Archivio storico 1998-2013 Generico Nella vecchia fattoria: immaginario infantile e mondo animale

Nella vecchia fattoria: immaginario infantile e mondo animale

CONDIVIDI
  • Credion

"Nella vecchia fattoria: viaggio nell’immaginario infantile sul mondo animale": così si intitola una recente ricerca dell’Eurispes  condotta su un campione di più di duemila ragazzi e ragazze delle medie inferiori.
I risultati confermano dati di precedenti ricerche (la più recente del tutto simile a questa risale però al 1990), mentre altri gettano nuova luce sul rapporto bambini/animali.
Il cane resta sempre l’animale preferito e più conosciuto (85%) seguito però a pochissima  distanza dal gatto (83%).
Ma, rispetto alla ricerca di 10 anni fa, gli animali esotici piacciono molto di più: leone, tigre ed elefante riportano rispettivamente il 56%, il 42% ed il 35% delle preferenze; (41,8%).
E poi, sorpresa, il cavallo sfiora il 40 per cento delle scelte; rispetto a 10 anni fa ci sono anche alcune "new entry" molto significative: il criceto (8%) e il delfino (4%).
Ma il dato il più curioso riguarda il numero complessivo degli animali menzionati dai piccoli intervistati che passa da 41 a ben 226: è il segno che i bambini conoscono meglio gli animali, grazie forse ad una maggior sensibilità generale nei confronti del problema ma anche a programmi scolastici sempre più attenti alla tematica ambientale.
D’altronde il 56% dei piccoli intervistati dichiara di essere consapevole che gli animali "devono essere rispettati come tutti gli esseri viventi", mentre per due ragazzini su 5 l’aggettivo che più di altri connota il mondo animale è "libero".
Tenere in casa un animale è sempre più frequente e normale: 4 bambini su 5 dichiarano di averne almeno uno (10 anni la percentuale era inferiore di un terzo)
Cani e gatti sono gli animali che più frequentemente coabitano con i bambini del 2000; ma non mancano uccelli, pesci, tartarughe, criceti e conigli.