Home I lettori ci scrivono Noi docenti di ruolo immobilizzati chiediamo un intervento

Noi docenti di ruolo immobilizzati chiediamo un intervento

CONDIVIDI

Appello urgentissimo ai presidenti delle regioni del Mezzogiorno dei docenti di ruolo immobilizzati ante L 107\2015 ed esiliati post L 107\2015 inviato ai governatori della Campania, Puglia, Abruzzo, Calabria, Sicilia, Basilicata e Molise. 

I titolari di cattedra in regioni o province diverse da quelle di residenza, impossibilitati a rientrare nelle proprie province del Sud da oltre cinque anni con le ordinarie procedure di mobilità si sono rivolti ai Presidenti delle Regioni del Sud al fine di porre in essere qualsiasi intervento che possa consentire loro il rientro nei comuni di ricongiungimento e/o comuni limitrofi al di là di ogni vincolo e precedenza per salvaguardare responsabilmente la sicurezza, la salute e la cura della famiglia stessa, prevedendo, in via subordinata, una mobilità interprovinciale anche intercompartimentale ovvero verso altri ambiti della pubblica amministrazione (modalità prevista nel pubblico impiego) nel comune/provincia di residenza, per consentire il rientro in famiglia e contribuire alla ripresa socio-economica dei territori del Sud sempre più “svuotati” e impoveriti.
Francesca Vicidomini, Olga Villani e Olga Perch

Icotea