Home I lettori ci scrivono Nuovi requisiti per il prossimo Concorso DS

Nuovi requisiti per il prossimo Concorso DS

CONDIVIDI

In merito a quanto scritto da Fabio Guarna circa l’opportunità/doverosità di rivedere profondamente i criteri di ammissione per la partecipazione al nuovo Concorso DS, tenendo debitamente conto della profonda trasformazione di tale ruolo e delle plurime e maggiori responsabilità che da ciò derivano, è mia convinzione che si debba preliminarmente decidere una volta per tutte che cosa davvero si voglia sia questo benedetto “Dirigente Scolastico”: un leader educativo o un manager aziendale? L’esperienza degli ultimi anni dimostra che è del tutto irrealistico pensare che i due profili siano coniugabili.

La scelta è drastica: o un leader che viene dal mondo della scuola, con esperienza di anni (non solo 5!) e adeguato curriculum (che attualmene non “pesa” invece per nulla!), in grado di essere un interlocutore credibile di colleghi (tali sono e restano gli altri docenti), studenti, famiglie ed enti locali o un manager attento alla gestione del personale e delle risorse, bravo a destreggiarsi nella normativa e coi bilanci e zelantemente ligio alle direttive superiori.

Icotea

Avere entrambe le “visioni” è pura utopia e porta all’assurdo attuale, della terza soluzione concretamente realizzata, quella di un DS che il più delle volte si trasforma in capoufficio! Se al DS mancano – e molti recenti fatti di cronaca proprio questa mancanza attestano! – essenziali doti di equilibrio, di cultura, di comunicazione/relazione, ogni ipotesi di “Buona Scuola” è già fallita in partenza.