Home Personale Organico dell’autonomia. Cosa accadrà?

Organico dell’autonomia. Cosa accadrà?

CONDIVIDI

ORGANICO DELL’AUTONOMIA 2016

 

Come sarà strutturato il prossimo organico?

ICOTEA_19_dentro articolo

 

A partire dall’anno scolastico 2016/17, con cadenza triennale, verrà costituito l’organico dell’autonomia e sarà su base regionale.

 

Come sarà articolata la titolarità del personale docente?

Sempre a partire dall’a.s. 2016/17 i ruoli del personale docente saranno regionali, articolati però in ambiti territoriali.

 

Quando verranno definiti gli ambiti territoriali?

Entro il 30 giugno 2016 gli Uffici Scolastici Regionali definiranno l’ampiezza degli ambiti territoriali che dovranno essere inferiori alla provincia o città metropolitana

 

Come è strutturato l’organico dell’autonomia?

L’organico dell’autonomia comprende sia il tradizionale organico di diritto che i nuovi posti per il potenziamento.
A partire dall’a.s. 2016/17 tale organico è ripartito tra gli ambiti territoriali.

 

Può essere incrementato l’organico dell’autonomia?

Sì, ma solo per far fronte ad ulteriori esigenze di personale dovuto all’aumento del numero delle classi. Comunque, questi eventuali posti aggiuntivi non sono disponibili né per le nomine in ruolo né per operazioni di mobilità.

 

Allora come si provvede alla copertura di questi posti?

La copertura di questi posti può avvenire soltanto attraverso l’utilizzo di personale supplente o mediante l’utilizzo di personale di ruolo ma con provvedimenti di carattere annuale.

 

E le “Reti” di scuole?

Gli USR, entro il 30 giugno 2016, dovranno promuovere la costituzione di “Reti” tra scuole all’interno dello stesso ambito territoriale.

 

A cosa serviranno le “Reti”?

Innanzi tutto a fissare i criteri e le modalità per l’utilizzo dei docenti all’interno della “Rete” stessa. Inoltre, dovranno individuare i piani di formazione per il personale e cercare di razionalizzare gli adempimenti amministrativi a carico delle scuole.

 

Al personale già di ruolo cosa succede col nuovo organico?

Il personale già di ruolo, assunto entro il 2014/15, conserva la titolarità della cattedra presso la scuola di appartenenza.

 

 

E i docenti nominati quest’anno?

a) Il personale assunto nell’a.s. 2015/16, entro il 15 settembre, nel limite dei posti vacanti e disponibili, con le procedure tradizionali (Art. 399 D.L.vo 297/94) continuano ad applicarsi le precedenti regole con l’attribuzione della sede provvisoria per l’anno di prova e il successivo raggiungimento della sede definitiva.
b) Il personale assunto sull’organico “aggiuntivo”, ai sensi dell’art. 98 lettere b-c, con sola decorrenza giuridica 1 settembre 2015, è assegnato agli ambiti territoriali a decorrere dall’a.s. 2016/17.

 

Quale altro personale viene assegnato agli ambiti territoriali?

Oltre al personale della lettera b), viene assegnato agli ambiti territoriali il personale docente in esubero o soprannumerario nell’a.s. 2016/17 e il personale che parteciperà, a partire dallo stesso a.s., alla mobilità territoriale e professionale.

CONDIVIDI