Home Archivio storico 1998-2013 Generico Organico di diritto II grado: precisazioni operative sugli insegnamenti “atipici”

Organico di diritto II grado: precisazioni operative sugli insegnamenti “atipici”

CONDIVIDI
  • Credion

Nelle precedenti comunicazioni (nota 12 maggio 2010, n. 4976 e nota 11 maggio 2010, n. 4968) il Miur aveva dichiarato che “gli insegnamenti che trovano confluenza in più classi di concorso del pregresso ordinamento devono essere trattati come insegnamenti “atipici” la cui assegnazione alle classi di concorso deve prioritariamente mirare a salvaguardare la titolarità dei docenti presenti nell’istituzione scolastica, la ottimale determinazione delle cattedre e la continuità didattica”.

Ora, con la nota prot. n. 5196 del 20 maggio, il Ministero chiarisce che, per tali indirizzi, alcune classi di concorso previste nel piano di studio, come classi di concorso atipiche, verranno proposte nei prospetti 2A in quanto non è stato possibile acquisire i piani orario.
Inoltre, le classi e gli alunni dei medesimi indirizzi dovranno essere acquisiti solo nel prospetto 1, al fine di evitare di essere conteggiate due volte nel totale delle classi.
Data la omogeneità dei piani orario delle classi prime dei 6 indirizzi del nuovo Liceo Artistico, il Miur ha quindi provveduto ad attivare un codice di indirizzo comune, nel quale si dovranno inserire i dati degli alunni e delle classi inerenti al primo anno del corso di studi.
Quindi, in ogni scuola in cui sia presente almeno uno dei nuovi codici di liceo artistico (LI06, LI07,…), è stato attivato un codice comune LI00, riguardante il piano orario delle materie comuni al primo anno di corso. Pertanto, solo su tale indirizzo sarà possibile inserire i dati di alunni e classi del primo anno di corso.
Inoltre, nella medesima scuola, è inserito un codice indirizzo fittizio (LIAI – indirizzo ad elaborazione manuale), resosi necessario in quanto, per alcune discipline, non è stato possibile acquisire i piani orario. Si tratta di un indirizzo fittizio, da trattare come fosse un indirizzo maxisperimentale, ai soli fini informatici, al quale sono associate le seguenti classi di concorso:
 
Discipline
Codici delle classi di concorso
Orario settimanale
Discipline grafiche e pittoriche
8/A-21/A-11/D-12/D-15/D-19/D
20/D
4
Discipline geometriche
18/A -16/D
18/D
3
Discipline plastiche e scultoree
22/A-21/D
3
Laboratorio artistico
3/A-3/D-62/A-63/A 10/A-1/D -9/A
2/D 4/A-5/D 14/D 5/A-6/D
6/A-66/A 7/D-8/D 9/D 18/A-16/D
18/D 8/A-21/A 11/D-12/D 15/D-19/D
20/D 22/A-21/D 7/A- 10/D – 13/D
3
 
 
 
 
 
 
Tutti i dati eventualmente già inseriti dalle istituzioni scolastiche in ciascuno dei codici specifici di Liceo Artistico (primo anno di corso) saranno annullati in automatico dal sistema informativo, per cui le istituzioni scolastiche dovranno nuovamente inserire i dati di alunni e classi del primo anno di corso entro il prossimo 27 maggio (il precedente termine del 24 maggio è stato quindi prorogato alla luce di queste nuove precisazioni).
Sono state previste modifiche anche per quanto riguarda gli istituti tecnici e gli istituti professionali, con nuove diciture degli indirizzi afferenti ai piani orario delle materie comuni al primo biennio di ciascun indirizzo stesso.
Pertanto, nelle scuole in cui è presente l’indirizzo IP10 – produzioni industriali e artigianali, viene aggiunto un codice indirizzo fittizio (IPC1 – indirizzo ad elaborazione manuale), da trattare, anche in questo caso, ai soli fini tecnici, come fosse un indirizzo maxisperimentale. Ad esso sono associate le seguenti classi di concorso:
 
 
 
 
Discipline
Codici delle classi di concorso
Orario settimanale
Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica
 
71/A 16/A 20/A 34/A – 35/A 24/A 27/A
22/A 25/A 44/A 65/A
 
3
Laboratori tecnologici ed esercitazioni
25/C 6/C-12/C-16/C- 34/C-40/C
24/C-35/C-36/C- 39/C 43/C
26/C – 27/C 14/C – 32/C 7/C-10/C-22/C
38/C-46/C-47/C 48/C-49/C 17/C – 18/C
37/C 41/C – 42/C 33/C 9/C
 
3
 
Sempre per gli istituti tecnici e istituti professionali, nel caso di indirizzi che presentano un piano orario comune per gli insegnamenti del primo biennio, il Miur ha provveduto, infine, a modificare la denominazione dell’indirizzo a cui è associato il piano orario comune del primo biennio.