Home Generale “Ormoni ai bambini a scuola perché l’Onu li vuole gay”

“Ormoni ai bambini a scuola perché l’Onu li vuole gay”

CONDIVIDI
  • Credion

Ma non finirebbe qui la disamina dell’insegnante, secondo quanto scrive huffingtonpost.it. vengono infatti evocati pure documenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che prevedrebbero alla scuola materna “la masturbazione a partire dai tre anni per far sperimentare al bambino le proprie pulsioni così da alimentare l’esperienza omosessuale”.

La  docente di italiano e storia al liceo di Ivrea si sarebbe persino lanciata, scrive sempre huffingtonpost.it, con uno studio di tre pagine sul “fenomeno gender”.

“L’angolo della riflessione” della professoressa è entrata in tutte le case del piccolo comune e ovviamente anche in mano al Coordinamento Torino Pride, che riunisce le associazioni gay, transgender e lesbiche della regione, che l’ha bollata come “l’angolo della mistificazione e della falsità, perle orripilanti”.

Icotea

La prof avrebbe pure scritto: “In nome del diritto del bambino alla propria autodeterminazione in Inghilterra, ma anche in alcune scuole italiane, si somministrano ormoni affinché venendone ritardata la crescita, abbiano più tempo per decidere”.

Mentre per quanto riguarda le coppie sterili viene scritto “che vanno a vantaggio delle case farmaceutiche che producono ormoni” o per il ddl Scalfarotto e il reato di omofobia, c’è pure un passaggio in cui l’insegnante parla di “rieducazione in campi Lgbt”.

Raggiunta dalla Stampa la docente si difende affermando che “tutto quello che dico è scritto su documenti e pubblicazioni che sono su internet e che posso presentare in qualunque momento”; poi il classico “non giudico gli omosessuali, tra i quali ho molti amici”.