Home La Tecnica consiglia Parliamo di previdenza. Quanto sei informato/a sul tuo futuro pensionistico?

Parliamo di previdenza. Quanto sei informato/a sul tuo futuro pensionistico?

CONDIVIDI

L’attuale sistema previdenziale, per tutte le anzianità maturate a decorrere dal 1° gennaio 2012, adotta il “metodo contributivo”. È un sistema che pone in diretta correlazione quanto versato con quanto il soggetto verrà a percepire, i contributi accantonati vengono, infatti, convertiti in rendita attraverso coefficienti di trasformazione calcolati in ragione dell’età di pensionamento e della conseguente attesa di vita.

Come sarà la tua pensione?

Facciamo un esempio considerando l’attuale sistema: nel 2035 un dipendente, fatto pari a 100 il suo ultimo stipendio, prenderà circa 65 di pensione secondo le stime della Ragioneria Generale dello Stato.

Icotea

È possibile colmare questo gap previdenziale?

Oltre che sul “pilastro” della previdenza base, il modello previdenziale attuale si poggia anche su un secondo “pilastro”: la previdenza complementare, finalizzata ad assicurare una pensione aggiuntiva, tramite adesione volontaria da parte del lavoratore al Fondo pensione istituito dal comparto di appartenenza, mediante il versamento al Fondo di contributi a carico del lavoratore e del datore di lavoro.

Per chi lavora nella Scuola, nell’AFAM e nella Formazione Professionale cosa è previsto?

Il Fondo Espero è attivo dal 2006, ci sono circa 100.000 aderenti, è un fondo di natura contrattuale nato da un accordo fra parte pubblica e rappresentanza sociale, governato in modo paritetico dai due soggetti costituenti, sottoposto alla vigilanza della COVIP, la commissione pubblica di vigilanza sui fondi pensione.

Quali vantaggi ha ottenuto chi ha già aderito al Fondo Espero?

  • Hanno versato almeno l’1 % della retribuzione e il datore di lavoro un altro 1%, quindi contributi raddoppiati;
  • Hanno ottenuto un vantaggio fiscale e un maggior rendimento del TFR.

Come posso fare per avere maggiori informazioni e iscrivermi?

Iscriversi è facile perché avviene tutto on line. Sul sito internet, www.fondoespero.it, si possono trovare molte altre informazioni utili per conoscere il Fondo Espero, che si possono richiedere anche all’indirizzo email [email protected]. Il futuro comincia ora.

Messaggio promozionale riguardante forme pensionistiche complementari – prima dell’adesione leggere la Parte I ‘Le informazioni chiave per l’aderente’ e l’Appendice ‘Informativa sulla sostenibilità’, della Nota informativa

PUBBLIREDAZIONALE