Home I lettori ci scrivono Potere assoluto dei DS o acqiuescenza dei docenti?

Potere assoluto dei DS o acqiuescenza dei docenti?

CONDIVIDI

A proposito del rischio di ” dittatura” dei dirigenti scolastici come paventa un vostro lettore, Filippo Li Causi, mi aspettavo una disamina del d.lgs165/2001 che provasse tale potere assoluto. Invece la denuncia nasce da un caso particolare di un regolamento di vigilanza emanato da un dirigente scolastico, tra l’altro approvato dai docenti della sua scuola. Quel che scandalizza Li Causi è che si chiede ai docenti di permanere oltre l’orario di servizio per la vigilanza dei minori fino a quando non sopraggiungano i genitori.

Nel mentre si accusa il dirigente scolastico di fare tutto da solo (nomine, decisioni, ecc.), si vuole lasciare al preside il problema della vigilanza dei minori come se il problema non fosse della comunità educante che insieme deve trovare la soluzione del problema. Ma – obietta Li Causi- i docenti accettano supinamente le decisioni del dirigente scolastico perché altrimenti si espongono a ritorsioni. Che ci siano presidi autoritari che possano abusare del loro ruolo, non lo nego, ma generalizzare è sempre sbagliato. Ci sono diversi stili di leadership, tra queste anche quella autoritaria, così come esiste il docente autoritario con i suoi studenti. Io preferisco la leadership democratica. Ma se c’è abuso, c’è sempre un superiore a cui ricorrere.

Icotea

Io quando ero professore e trovavo abusi da parte dei presidi, non esitavo a chiamare gli ispettori. Ma allora mi chiedo: visto che ci sono i Collegi dei docenti e i Consigli d’Istituto a cui un dirigente scolastico deve rendere conto, non c’è troppa acquiescenza da parte dei docenti? È più facile lamentarsi e dire che la legge sull’autonomia ha creato il potere assoluto dei presidi, così non si hanno responsabilità. Non è affatto vero.

Eugenio Tipaldi