Home Archivio storico 1998-2013 Generico Preiscrizioni all’Università

Preiscrizioni all’Università

CONDIVIDI
  • GUERINI


Con decreto del 30 marzo scorso, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha definito le modalità delle preiscrizioni, che potranno essere effettuate dal 15 aprile al 15 maggio da chi intende proseguire gli studi dopo aver concluso il percorso scolastico. La compilazione della scheda telematica inserita nel sito internet
www.universo.miur.it consente di conoscere gli orientamenti degli studenti: le opzioni espresse dagli alunni, infatti, non saranno vincolanti ai fini della successiva immatricolazione ad un corso di studi universitario, in quanto l’iscrizione andrà effettuata dopo il superamento degli esami conclusivi di Stato e sarà possibile modificare la scelta del corso di studi segnalato al momento della preiscrizione.
Sul sito ministeriale sono contenute notizie sui corsi universitari, sulle istituzioni di Alta formazione artistica e musicale e sui percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (Ifts). Per offrire agli studenti adeguate informazioni su corsi di studio e servizi disponibili, dall’home-page del sito "UNIverso" si può direttamente accedere ai siti web delle Università, per molte delle quali sono riportati anche i link alle pagine dedicate all’orientamento per la scelta del corso.

Negli scorsi anni, le preiscrizione erano state collocate in periodi precedenti a quello attuale (tranne un paio di anni fa, ma in quel caso c’era la parziale giustificazione che il ritardo derivasse da una scelta da parte del Miur  per consentire agli studenti di conoscere meglio l’offerta formativa dei vari Atenei dopo il processo di riforma dei diversi ordinamenti didattici). Uno degli obiettivi delle preiscrizioni, infatti, è di poter organizzare in modo mirato, una volta rese note le scelte degli alunni, le attività di orientamento nelle scuole o presso gli stessi Atenei.
In effetti, nel decreto ministeriale del 30 marzo 2004 si afferma che le scuole e le università "in base ai dati acquisiti, promuovono anche di comune intesa idonee attività di orientamento tendenti a far acquisire allo studente interessato la conoscenza degli obiettivi formativi specifici, dei contenuti e delle attività formative del corso di studi che intende frequentare, le opportunità di tirocini formativi, le disponibilità delle strutture didattiche e dei servizi dedicati agli studenti, la adeguata preparazione iniziale per il corso prescelto e, se necessario, le modalità di verifica, le eventuali attività formative propedeutiche svolte eventualmente in collaborazione con istituti di istruzione secondaria superiore, nonché le possibilità di approfondimento personale e di gruppo e le connessioni con il mondo del lavoro".

Ma considerando che i dati delle preiscrizioni verranno trasmessi a fine maggio (il Miur predisporrà entro il 31 maggio un’apposita banca dati contenente le opzioni evidenziate nei moduli telematici), le successive iniziative di orientamento attivate da istituti scolastici ed università in base alle informazioni acquisite si dovrebbero svolgere praticamente a scuola finita, a ridosso degli esami conclusivi di Stato!