Home I lettori ci scrivono Quando sarà l’orale del concorso? Un’attesa spasmodica

Quando sarà l’orale del concorso? Un’attesa spasmodica

CONDIVIDI

Sono una docente precaria, reduce dal recentissimo concorso ordinario con le 50 domande a risposta multipla, ormai 20 giorni fa.

20 giorni nei quali avrei potuto preparare l’orale, fare progetti, prendere impegni, e invece mi trovo come al solito a passare le giornate a controllare il sito dell’ufficio scolastico regionale per sapere se, come e quando potrò concludere questo concorso. Immagino sarebbe stato troppo faticoso decidere entrambe le date delle prove (scritto e orale), far iniziare il concorso solo dopo aver predisposto tutte le commissioni.

Icotea

Troppo complicato.

È cosi difficile capire che tutti noi abbiamo una vita, che siamo costretti a mettere in stand-by a causa di queste lungaggini? Interventi prenotati e rimandati, figli, colleghe che sono in stato di gravidanza, senza considerare la sempre presente spada di Damocle della situazione Covid.

Oggi sull’albo pretorio dell’ufficio scolastico della Regione Sardegna è comparsa una circolare che invita a non chiedere ulteriori info sull’orale, che riceveremo la comunicazione, quando ovviamente non è dato sapere. Nel frattempo mio marito deve subire un intervento complesso che continua a rimandare, perché abbiamo tre bambini e con tutta probabilità il mio orale, come lo scritto, sarà a 240 kilometri di distanza.

Penso di parlare a nome di tutti i colleghi chiedendo di smettere di essere trattati come numeri, siamo persone, madri, padri, figli, educatori.

E purtroppo sempre più umiliati.

Lettera firmata