Home Attualità Quesito Rousseau su Draghi, Conte agli iscritti: voterei sì

Quesito Rousseau su Draghi, Conte agli iscritti: voterei sì

CONDIVIDI
  • Credion

Il quesito nella piattaforma Rousseau lanciato dal Movimento 5 Stelle agli iscritti è partito alle ore 10:00 di questa mattina, 11 febbraio. Saranno le votazioni a decidere il sostegno dei pentastellati al fianco di Draghi in Parlamento. Nel frattempo, ad esprimere la propria preferenza sono stati Lucia Azzolina e Luigi Di Maio, sostenuti da Beppe Grillo, ma anche dal premier uscente Giuseppe Conte.

Conte: “Se fossi iscritto a Rousseau voterei Sì

L’ex premier non si tira indietro di fronte alla domanda sul quesito Rousseau e dichiara: “Se fossi iscritto a Rousseau voterei Sì, perché ci sono tali urgenze che comunque è bene che ci sia un governo“. Lo ha detto il premier uscente Giuseppe Conte rispondendo alle domande dei cronisti nei pressi di Palazzo Chigi. “Io presidente del M5s? Non ambisco a incarichi personali e formali, l’importante è avere una traiettoria politica da offrire agli elettori”.

Icotea

Azzolina favorevole a governo Draghi

“Voterò sì.” Così la Ministra dell’Istruzione ancora in carica Lucia Azzolina sul quesito a Cinque Stelle della piattaforma Rousseau. Sì al Governo Draghi, “sì all’idea di provare ad essere ancora protagonisti nelle scelte e nella vita politica di questo Paese. La prima forza parlamentare non può non ambire ad avere una sua centralità, anche nell’azione del prossimo Governo. Credo che sia giusto esserci. Perché, semplicemente, è al Governo che si fanno le cose. È stando al Governo che puoi introdurre il Reddito di Cittadinanza, una conquista che andrà tutelata e sostenuta nel tempo. È stando al Governo che puoi decidere di investire 10 miliardi sulla scuola, interrompendo finalmente la stagione dei tagli.”

Di Maio voterà sì

In un post su Facebook, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha invitato gli iscritti M5S a votare Sì sulla piattaforma: “Io mi fido di Beppe Grillo, che è sempre stato più lungimirante di tutti noi. Io mi fido di Giuseppe Conte, perché non era scontato che dicesse di votare Sì su Rousseau per la formazione del nuovo governo. È stato un gesto di grande responsabilità. Io mi fido di voi, di quello che abbiamo fatto insieme negli ultimi otto anni”.

La domanda presente nella piattaforma Rousseau

 “Sei d’accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico: che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento, con le altre forze politiche indicate dal presidente incaricato Mario Draghi?”