Home Attualità Reclutamento dei docenti precari, Pittoni rassicura sui tempi

Reclutamento dei docenti precari, Pittoni rassicura sui tempi

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Molti precari stanno chiedendo di fermare la procedura concorsuale straordinaria per la scuola secondaria. Il Senatore Pittoni, responsabile scuola della Lega di Salvini, tranquillizza tutti e scrive un post sull’assunzione da maxi-graduatoria per titoli e servizio in sostituzione del concorso straordinario per entrare in ruolo.

Concorso straordinario, c’è chi lo vuole fermare

Mario Pittoni, Presidente della VII Commissione Cultura del Senato, responsabile scuole della Lega, ha scritto il seguente post facebook: “Non preoccupatevi del 28 maggio, data di apertura dei termini per l’iscrizione al concorso straordinario. Si può fermare in qualsiasi momento e sostituirlo con l’assunzione da maxi-graduatoria per titoli e servizio. È solo questione di volontà politica…”, raccogliendo una notevole quantità di consensi di docenti precari della scuola che non ci stanno a fare un concorso straordinario basato sulle risposte multiple a tempo.

Bando del concorso straordinario

Il concorso straordinario secondaria è aperto per i docenti in possesso dei seguenti requisiti:

ICOTEA_19_dentro articolo
  • almeno tre anni di servizio nella scuola secondaria statale (anche su sostegno) dal 2008/2009 al 2018/2019. Chi conclude la terza annualità nel 2019/2020 partecipa con riserva
  • uno dei tre anni deve essere specifico, ossia svolto nella classe di concorso per cui si partecipa.
  • Potranno partecipare, anche se solo ai fini dell’abilitazione, i docenti che hanno maturato il servizio di tre anni nella scuola paritaria. Anche i docenti di ruolo che hanno tre anni comunque prestati, senza un anno specifico sulla classe di concorso, può partecipare ai soli fini abilitativi.

L’anno sarà considerato valido anche se il servizio sarà stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale. Ai fini della maturazione del triennio necessario per l’ammissione al concorso sarà considerato utile anche l’anno scolastico 2019/2020. Ciò a patto che entro il 30 giugno prossimo gli interessati maturino i requisiti di servizio. È valido anche il servizio prestato nelle scuole paritarie e nella formazione professionale.

Per i posti di sostegno è necessario avere, oltre ai seguenti requisiti di servizio, la specializzazione sul sostegno.

Prova d’esame

Il concorso prevede una prova scritta e la successiva valutazione dei titoli.

La prova sarà computer based e sarà composta da 80 quesiti a risposta chiusa con quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta. Ogni risposta corretta della prova, sia per i posti comuni che per il sostegno, varrà 1 punto, ogni risposta non data o errata 0 punti. Supererà la prova chi totalizzerà almeno 56/80 di punteggio. Alla valutazione dei titoli un punteggio massimo di 20 punti.

ECCO I BANDI

Concorso ordinario infanzia e primaria

Concorso ordinario secondaria

Concorso straordinario

Procedura di abilitazione

Preparazione concorso ordinario inglese