Home I lettori ci scrivono Retribuzione dei dirigenti scolastici: come stanno le cose?

Retribuzione dei dirigenti scolastici: come stanno le cose?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Tutto nasce dalle dichiarazioni della senatrice Bianca Granato del M5S:“Vedete che i dirigenti scolastici hanno avuto aumenti stipendiali e a voi insegnanti,niente.Ribellatevi, non fate più il lavoro al loro posto,ecc.”

Forse la senatrice Granato, rosa dall’invidia, soffre per non essere al posto di Azzolina, sua collega di partito, e vuole attaccarla, fomentando la protesta degli insegnanti.
Lei difende i presidi e io invece vi difenderò, eroici insegnanti, se prendo il suo posto, voi che avete lavorato gratuitamente con la DAD e vi accollate un sacco di lavoro sommerso!
Ma ci mettono lo zampino anche i media che titolano:“Aumento retribuzione dei dirigenti scolastici”.
Ma quale aumento? Si tratta di fondi che integrano il salario accessorio dei presidi,che altrimenti avrebbero visto diminuire il loro stipendio.
Cari insegnanti, siamo tutti sulla stessa barca e tutto il personale della scuola viene retribuito poco.
Noi presidi siamo i dirigenti pubblici meno pagati e con più responsabilità.A voi non viene riconosciuto il ruolo prezioso che svolgete nella società.
Ma anche gli amministrativi e i bidelli vengono retribuiti con stipendi da miseria.
O lottiamo tutti insieme per far riconoscere al governo il ruolo fondamentale che svolge l’istruzione, aumentandone le risorse finanziarie a tutti i livelli, non solo per gli stipendi, o la battaglia è persa.
Forse chi fomenta le divisioni tra noi vuole, magari inconsciamente, proprio questo: farci rimanere fratelli e sorelle di un dio minore.
Eugenio Tipaldi
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese