Home Archivio storico 1998-2013 Personale Riapertura scuole e personale Ata, in arrivo salario accessorio

Riapertura scuole e personale Ata, in arrivo salario accessorio

CONDIVIDI
  • Credion

Riapertura scuole a gennaio: in arrivo, per il personale Ata, salario accessorio per i turni pomeridiani.

E’ quanto si legge nelle Faq dell’USR Lazio che potrebbero avere una valenza per tutti gli istituti del Paese.

Icotea

La riorganizzazione dell’orario scolastico, infatti, sta causando non pochi disagi nelle scuole, impegnate a ripianificare tutto a forza di circolari, come riferiamo in un precedente articolo. L’Ufficio Scolastico Regionale della regione Lazio, così, ha sviluppato una serie di chiarimenti per rispondere alle domande più frequenti da parte del personale scolastico.

Una delle problematiche principali davanti alla quale si ritrovano i Dirigenti Scolastici nel momento in cui devono organizzare i turni pomeridiani per garantire agli studenti delle superiori gli orari scaglionati e la riduzione del numero di alunni per classe, riguarda le risorse aggiuntive cui attingere per tali turni pomeridiani.

L’Ufficio Scolastico Regionale in proposito ricorda l’impegno del Governo, in sede di Conferenza Unificata Stato-Regioni del 23 dicembre, a garantire gli stipendi accessori necessari e dunque le risorse umane aggiuntive rispetto a quelle attualmente disponibili nelle scuole.

La FAQ dell’USR Lazio

Ci saranno risorse aggiuntive di personale, in particolare collaboratori scolastici, per agevolare la riorganizzazione degli orari ?

L’intesa in Conferenza unificata del 23 dicembre dà conto dell’impegno del Governo a «individuare ulteriori risorse ad incremento del Fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa, per il riconoscimento di salario accessorio al personale ATA, al fine di garantire il proseguimento del funzionamento delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado anche nelle ore pomeridiane». Il Governo è, quindi, ben consapevole della necessità e potrà provvedere, ad es. in occasione del prossimo decreto legge che autorizzerà un ulteriore scostamento di bilancio.

A questo link tutte le FAQ