Rientro a scuola al 100%: regole e deroghe [VIDEO]

CONDIVIDI

In questo appuntamento con la nostra rubrica “A domanda, risponde…” a cura del prof. Lucio Ficara, le risposte ai quesiti dei nostri lettori sul tema del rientro a scuola al 100% previsto dal 26 aprile.

Ecco i temi trattati:

Icotea

1. Si dice che il 26 aprile 2021 sia la data indicata per la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado al 100%. La confusione è tanta, ma cosa c’è di vero?

  • Al momento è ancora in vigore il decreto legge n.44 dell’1 aprile 2021. Dal 26 aprile ci sarà un nuovo decreto legge sostitutivo che ci accompagnerà fino alla conclusione dell’anno scolastico 2020-2021. Quindi dal 26 aprile è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia, dell’attività scolastica e didattica della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado, nonché delle attività scolastiche e didattiche della scuola secondaria di secondo grado, almeno per il 50 per cento della popolazione studentesca. Probabilmente dal 50% al 75% nelle zone rosse e dal 60% al 100% in quelle gialle e arancioni.

2. Per gli alunni e docenti fragili ci sarà la possibilità di non rientrare in presenza?

  • Il decreto legge andrà in Gazzetta Ufficiale venerdì prossimo, subito dopo ci sarà una nota del Capo dipartimento Stefano Versari per chiarire anche il punto della fragilità di alunni e docenti.

3. Il distanziamento nelle aule dovrà essere sempre di un metro tra le rime buccali o le regole sulla sicurezza saranno modificate?

  • Il distanziamento tra alunni seduti al banco resterà di almeno un metro tra le rime buccali, ma sarà obbligatorio indossare la mascherina per l’intera permanenza nei locali della scuola.

Leggi anche

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

GUARDA ANCHE