Home Attualità Ritorno il 7 gennaio, Conte: studenti in presenza almeno al 50% e...

Ritorno il 7 gennaio, Conte: studenti in presenza almeno al 50% e orari d’entrata diversi da scuola a scuola

CONDIVIDI
webaccademia 2020

“Dobbiamo ripartire con la didattica al distanza almeno al 50% per le scuole superiori di secondo grado, con il massimo di flessibilità”: l’annuncio è del premier Giuseppe Conte, che in questo modo avalla i cambiamenti orari su cui stanno realizzando le prefetture assieme agli organi coinvolti. Ma riduce anche dal 75% (come previsto dal Dpcm del 3 dicembre scorso) al 50% la percentuale di studenti che si recheranno a scuola per assistere alle lezioni in presenza.

Servono “soluzioni flessibili”

Durante un’intervista rilasciata a ‘Porta a porta’, il presidente del Consiglio ha detto che “con le prefetture a livello provinciale c’è un tavolo dei ministri da giorni per coordinarsi e trovare soluzioni flessibili” per il ritorno in classe degli studenti della secondaria di secondo grado per il prossimo 7 gennaio.

“Evitare criticità sui trasporti”

“Ho raccomandato perché ci sia un’apertura differenziata scuola per scuola, paese per paese. Nel segno della flessibilità: è l’unica possibilità che abbiamo per evitare criticità che si concentrano anche sui trasporti”, ha concluso il premier.

ICOTEA_19_dentro articolo

Preparazione concorso ordinario inglese