Home Archivio storico 1998-2013 Personale Scatti 2011, aumenti annui da 500 a 3mila euro: in busta paga...

Scatti 2011, aumenti annui da 500 a 3mila euro: in busta paga già a maggio? Interessati in 200mila

CONDIVIDI
  • Credion
È davvero diversificato il range degli aumenti che beneficeranno i lavoratori della scuola degli scatti stipendiali del 2011, formalizzato il 13 marzo all’Aran attraverso la non dolorosa riduzione del 25% dei fondi destinati al miglioramento dell’offerta formativa. Si va dai circa 500 lordi di incremento destinato ai collaboratori scolastici a fine carriera, sino agli oltre 3mila euro, sempre lordi, che si ritroveranno in busta paga i docenti della secondaria superiore che passeranno nel “gradone” 9-14 anni di anzianità.
A riferirlo, attraverso una tabella analitica, è la Uil Scuola. Il sindacato ritiene anche, pur non dichiarandolo con certezza, che “il pagamento dovrebbe avvenire tra aprile e maggio”. Nell’occasione, i lavoratori interessati agli scatti usufruiranno, oltre che dell’aumento che decorre dal gennaio 2012, anche dei quattro mesi che vanno da gennaio ad aprile 2013.
La Uil propone ai lettori anche alcuni esempi pratici: un insegnante di scuola primaria che passa nel gradone 15 – 20 avrà l’aumento annuale derivante dallo scatto di anzianità € 1.878 ( come riportato in tabella) a decorrere dal 1° gennaio 2012 + la parte degli arretrati che andranno conteggiati moltiplicando l’aumento mensile ( € 156) x i quattro mesi del 2013 (nell’ipotesi data di pagamento a maggio).
Il secondo esempio riguarda un docente di scuola secondaria di II grado che entra nel gradone 9 – 14: avrà l’aumento annuale derivante dallo scatto di anzianità € 3.089,29 ( come riportato in tabella) a decorrere dal 1° gennaio 2012 + la parte degli arretrati che andranno conteggiati moltiplicando l’aumento mensile ( € 257) x i quattro mesi del 2013 (nell’ipotesi data di pagamento a maggio).
La simulazione della Cisl viene attuata anche per un assistente amministrativo che entra nel 21° anno di anzianità avrà l’aumento annuale derivante dallo scatto di anzianità € 1.276,65 ( come riportato in tabella) a decorrere dal 1° gennaio 2012 + la parte degli arretrati che andranno conteggiati moltiplicando l’aumento mensile ( € 106) x i quattro mesi del 2013 (nell’ipotesi data di pagamento a maggio)
Per coloro che avessero maturato lo scatto nel corso del 2011 vanno aggiunti anche i mesi a decorrere dalla data di decorrenza dell’anzianità.
Questo il commento finale del sindacato guidato da Di Menna: “con l’intesa si conferma la progressione economica per anzianità prevista dal contratto vigente con un riconoscimento economico e giuridico che permane per i prossimi anni con effetti positivi sulla pensione e, per il secondo anno, si rimedia ad un ingiusto intervento nei confronti del personale della scuola. Senza minare la qualità dell’offerta formativa e la sostanza del fondo di istituto e della contrattazione integrativa, si riconosce, per tutto il personale, l’anno 2011, così come accaduto per il 2010, ai fini della anzianità e si garantisce il pagamento con tutti gli arretrati per coloro, circa 200 mila, che hanno maturato lo scatto al 31 dicembre 2011”.

Negli allegati della colonna degli “Approfondimenti” è riportata l’intesa sugli scatti di anzianità.