Home La Tecnica consiglia Scuola, Docenti e Ata: la domanda Naspi

Scuola, Docenti e Ata: la domanda Naspi

CONDIVIDI
  • Credion

La fine dell’anno scolastico coincide per i lavoratori subordinati a tempo determinato del mondo Scuola, alla richiesta e invio della domanda Naspi. La domanda Naspi è l’indennità di disoccupazione che spetta per legge al dipendente qualora esso perda in modo involontario il lavoro. Molti dipendenti hanno perso l’indennità perché non sapevano di poterne usufruire, non conoscevano i termini, hanno trovato difficoltà nella compilazione della domanda. Per questo motivo uno dei maggiori enti formativi, Accademia, ha pensato di affiancare alla gamma di servizi per Docenti e Personale Ata , il primo servizio Naspi online.

Vista la situazione di emergenza pandemica, sono state introdotte delle novità per il 2021 (Decreto sostegni del 22 marzo 2021): l’indennità potrà essere concessa a prescindere dal possesso delle 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti la cessazione del rapporto lavorativo; è stata eliminata per il 2021 la decurtazione del 3% a partire dal 3° mese di disoccupazione. Resta invariata, invece, la data entro cui presentare la domanda per ottenere l’indennità di disoccupazione: entro i 68 giorni dalla cessazione del rapporto lavorativo. La domanda può essere presentata da:

Icotea
  • lavoratori dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni (come i docenti e gli ATA)
  • i dipendenti a tempo determinato di aziende del settore privato.

Servizio Naspi Online

Il servizio, effettuato in collaborazione con i sindacati partner, permette agli aventi diritto di poter inoltrare la propria istanza in modo efficiente, semplice e corretto e di non perdere, così, il diritto alla indennità. Non solo: il servizio è gratuito e, usufruendone, l’utente riceverà un coupon da spendere in formazione.

La domanda Naspi, diritto fra i più importanti garantiti dallo Stato, non è mai stata così semplice.

Ulteriori info su Webaccademia.com

PUBBLIREDAZIONALE