Home Archivio storico 1998-2013 Generico Scuola e società produttiva

Scuola e società produttiva

CONDIVIDI

Avvicinare scuola e società produttiva: è questo l’ambizioso obiettivo  del protocollo d’intesa sottoscritto nei giorni scorsi fra il Ministero della Pubblica Istruzione ed il consorzio E-Form.
I numeri de progetto, che si prefigge lo scopo di  realizzare il sistema delle autonomie scolastiche, sono significativi: 343 gli istituti scolastici coinvolti, 49 le reti che verranno realizzate in 13 regioni, più di 100 i laboratori telematici che verranno installati per attivare iniziative di formazione continua e a distanza; 150 gli esperti WEB e 170 i docenti tutors coinvolti per realizzare e monitorare le diverse attività.
Il protocollo d’intesa prevede iniziative per la formazione di formatori che possano a loro volta svolgere funzioni di:

• docenti in corsi di aggiornamento per i dirigenti scolastici;
• progettisti e gestori di corsi di formazione frontale e on line;
• tutors: per attività didattiche, per la formazione on line, per l’orientamento;
• professionisti per monitoraggio, valutazione e accreditamento.

Ma il progetto prevede anche la creazione di un osservatorio sulle nuove professioni e sui processi formativi nella new economy oltre che la realizzazione di un portale Internet sull’orientamento agli studi e al lavoro, aperto all’Europa.
 
La  tabella che segue fornisce il piano operativo del progetto

ICOTEA_19_dentro articolo
Regione

n. reti
di scuole

n. scuole

Lazio

10

70

Basilicata

4

28

Puglia

6

42

Calabria

3

21

Sicilia

8

56

Sardegna

2

14

Campania

5

35

Umbria

2

14

Abruzzo e Molise

2

14

Liguria

2

14

Marche

2

14

Toscana

3

21

Totale

49

343

Nei prossimi giorni nelle 13 regioni coinvolte nella sperimentazione si svolgeranno appositi convegni per la presentazione del Progetto Scuola eForm; nel periodo aprile-maggio i dirigenti scolastici parteciperanno a corsi di formazione sulla cultura dell’integrazione e delle reti, mentre tra maggio e giugno verranno costituite le reti ed il Call Center.
A partire da settembre verranno impiantati i Laboratori multimediali e avranno inizio le attività di formazione degli esperti.
Entro novembre gli esiti della sperimentazione verranno presentati nel corso di convegni regionali.

CONDIVIDI