Home Archivio storico 1998-2013 Generico Scuola e volontariato

Scuola e volontariato

CONDIVIDI
webaccademia 2020


I giovani, in rappresentanza di circa novanta scuole, hanno lavorato in seminari di produzione con l’obiettivo di elaborare in modo originale e più vicino alla loro sensibilità progetti di volontariato da realizzare a scuola. La loro volontà progettuale ha avuto poi modo di confrontarsi con la realtà del volontariato dei ragazzi palermitani: nelle scuole di Bagheria, del quartiere Zen, della scuola "Biagio Conte" che ospita oltre 400 giovani immigrati.
Sono state premiate otto scuole che hanno presentato progetti particolarmente significativi e tre scuole che hanno partecipato al concorso indetto in collaborazione con il Segretariato Sociale Rai per la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione rivolta ai giovani.
Dall’indagine condotta per il secondo anno consecutivo dal Miur risulta che il volontariato a scuola è una realtà in grande crescita, con un aumento dell’80% rispetto all’anno precedente: 684 scuole, il 10% del totale, rispetto al 6% rilevato nel primo rapporto.

Gli alunni delle scuole di istruzione secondaria di II grado impegnati sono stati 95.457, i docenti 1.275 ed il 79% dei progetti è inserito nel Piano dell’Offerta Formativa, a dimostrazione che il volontariato è riconosciuto a pieno titolo nel percorso formativo dei ragazzi.
Quest’anno sono state coinvolte anche le scuole primarie e secondarie di I grado: 130.944 bambini e ragazzi del primo ciclo hanno partecipato a progetti di volontariato.

Al termine del convegno, il ministro Letizia Moratti si è soffermata sul fatto che alcuni istituti scolastici abbiano scelto, nell’ambito dei viaggi di istruzione o di attività durante le vacanze estive, contesti in cui poter svolgere azioni di volontariato. "Ci siamo resi conto – ha detto il Ministro – di come l’atteggiamento di aiuto contraddistingua l’attività di tante scuole, determinando anche le scelte dei viaggi di istruzione (Itis "S. Pertini" di Pordenone: viaggio a Roma prestando servizio presso la Caritas di Colle Oppio) o le vacanze estive (Scuole alle Stimate di Verona: lavori in Tanzania presso una missione; Ipsia "S. D’Acquisto" di Bagheria: lavori di costruzione e ricostruzione di impianti presso l’ospedale e l’orfanotrofio di una missione in Tanzania; o ancora la campagna "Dacci il nostro latte quotidiano" dell’Itc "Nitti" di Potenza, in aiuto dei bambini del Rwanda)".
Parlando di solidarietà, Letizia Moratti ha aggiunto: "abbiamo visto come la sensibilizzazione diventi comportamento, quando per esempio un ragazzo decide di fare una donazione di midollo osseo, senza per questo sentirsi diverso o migliore degli altri".
Riferendosi alla tragedia del Sud-Est Asiatico, la Moratti ha ricordato che il Miur ha avviato una serie di contatti con il Dipartimento della protezione civile per definire e concordare la realizzazione di progetti finalizzati alla ricostituzione delle condizioni più idonee ad una ripresa di funzionamento dei servizi e delle attività scolastiche, nonché alla instaurazione di scambi, relazioni culturali, programmi di lavoro, attività assistite aventi carattere di stabilità, che possano essere foriere di forti e duraturi legami con quei Paesi, in particolare con lo Sri Lanka.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese