Home I lettori ci scrivono Scuola ostaggio dei genitori e docenti oltraggiati

Scuola ostaggio dei genitori e docenti oltraggiati

CONDIVIDI
  • Credion

La scuola è ormai ostaggio dei genitori, mentre i docenti sono  quotidianamente oltraggiati, derisi e la loro dignità calpestata. Si parla di accoglienza ed inclusione, ma sul burnout degli insegnanti, con alunni “piccoli buddha” ai quali “i no che aiutano a crescere” sono stati vietati dalle normative e dai decreti che si susseguono, è calato un silenzio assordante.

Per salvare la società bisogna salvare la scuola e, come dice Galimberti, i genitori vanno “espulsi” e noi docenti dobbiamo riprenderci quel ruolo di “magistri” che, insieme alla famiglia, aiutano i ragazzi nell’exducĕre, evitando così la possibilità di rifugiarsi in comode confort zone, privi di qualsiasi forma di resilienza.

Anna Labriola

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook