Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Sete mai più”

“Sete mai più”

CONDIVIDI
  • Credion


Il concorso organizzato dal Vis (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo) rientra nel quadro delle iniziative promosse nell’ambito dell’Anno Internazionale dell’Acqua, proclamato per il 2003 dall’Assemblea delle Nazioni Unite. Lo scorso anno ha rappresentato un’occasione in più per sottolineare ulteriormente il problema delle risorse idriche, che interessa tutti i Paesi, senza distinzioni.
Le situazioni più drammatiche si riscontrano, però,  nei Paesi del Sud del mondo, dove la mancanza di acqua si associa ad altre problematiche che rendono molto grave la situazione dal punto di vista sociale e sanitario. In particolare, l’Etiopia, a causa dell’assenza di pioggia, è stata colpita da una tremenda carestia che ha mietuto migliaia di vittime, soprattutto tra i bambini: il Vis, in qualità di Ong senza scopo di lucro, tra i vari progetti di sviluppo che sta realizzando nel mondo, è impegnato nell’aiuto alla popolazione etiope.

Il Vis ha così deciso di avviare un progetto didattico che si prefigge di promuovere negli studenti l’acquisizione di maggiori competenze e conoscenze sulla causa dei fenomeni della siccità, favorendo la riflessione sul tema dell’importanza di un bene primario come l’acqua, con l’identificazione anche di possibili soluzioni.
Gli istituti scolastici che vogliono partecipare al concorso, rivolto agli alunni delle scuole di istruzione secondaria di I grado, dovranno trasmettere (in carta semplice) entro il 15 marzo 2004 una scheda di adesione, in cui vengono riportati i dati della scuola ed i nominativi del dirigente scolastico e del referente del progetto.
Successivamente, il Vis invierà alle suddette scuole un kit con materiale utile alla realizzazione del percorso didattico sul diritto all’acqua: in particolare, il kit contiene un dossier di approfondimento sul tema dell’acqua, proposte di percorsi didattici da svolgere in classe, schede tematiche sintetiche, test e questionari, un video sulla situazione dell’acqua in Etiopia.
Le scuole dovranno presentare i progetti entro il 30 maggio all’indirizzo e-mail l.cristaldivolint.it oppure al seguente indirizzo postale: Vis – Concorso "Sete mai più" – Via Appia Antica, 126 – 00179 Roma.
Un’apposita commissione, costituita presso il Ministero dell’Istruzione, leggerà i progetti pervenuti e provvederà ad inserirli, entro il mese di giugno, nei siti web dello stesso Ministero (www.istruzione.it) e del Vis (www.volint.it, all’interno del quale si trovano notizie sul concorso)
Due delle scuole medie che parteciperanno all’iniziativa avranno l’opportunità di presenziare ad una trasmissione televisiva (è prevista la partecipazione dell’attrice Claudia Koll in qualità di testimonial del Vis), in cui sarà illustrato dagli stessi ragazzi il percorso didattico elaborato.

Maggiori informazioni, anche in merito alle procedure di partecipazione al concorso "Sete mai più – Un pozzo per l’Etiopia", possono essere richieste contattando Romana Di Febo, responsabile "Scuola e Solidarietà" presso il Servizio per la comunicazione del Miur, attraverso il seguente recapito e-mail: [email protected].