Home Alunni Si può impugnare la promozione scolastica. La sentenza del Tar Marche

Si può impugnare la promozione scolastica. La sentenza del Tar Marche

CONDIVIDI

Si può ottenere la possibilità di ripetere l’anno scolastico, ma la relativa richiesta va esaminata attentamente avendo riguardo alla situazione concreta.

Così si è espresso il Tar Marche, Sezione I con la sentenza 19 ottobre 2017 n. 792. che ha confermato la promozione in seconda elementare di un’alunna i cui genitori avevano chiesto la bocciatura sulla base di alcuni pareri di professionisti, i quali consigliavano la ripetizione dell’anno per favorire la maturazione di abilità compromesse da disturbi, nonché al fine di ridurre lo svantaggio adattativo.

Allegato 28096 1

In mezzo alla notizia

Per i giudici amministrativi, nella specie la scuola aveva giustificato la promozione con un’ampia e specifica motivazione, sulla base del parziale raggiungimento da parte dell’alunna degli obiettivi programmati, nonché del legame costruito dalla minore con alcuni compagni e con le insegnanti.

I giudici del TAR, rammentano che la materia è ora regolata dall’art. 3 del d.lgs. n. 62 del 2017, secondo cui la scuola, in presenza di alunni della scuola primaria con livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione, attiva, di regola, specifiche strategie di miglioramento nell’ambito dell’autonomia didattica e organizzativa riconosciutale.

La non ammissione dell’alunno alla classe successiva, spiega il Tribunale, può essere decisa all’unanimità dai docenti solo in casi particolari debitamente motivati.