Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sos… studenti nella rete

Sos… studenti nella rete

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Molti insegnanti hanno avuto modo di conoscere in questi anni la piattaforma di e-learning di Indire, Puntoedu, che negli anni ha compiuto un cammino di crescita nei servizi proposti, nelle opzioni presenti, nonchè nella facilità di accesso e di consultazione. Oggi Puntoedu è anche per gli studenti, con Sos studenti. Questa iniziativa, avviata gli ultimi giorni del 2004, è rivolta per questo anno scolastico agli studenti del primo biennio delle superiori con l’obbligo di recupero. Non un sistema centralizzato di erogazione di contenuti. Né un meccanismo di ripetizioni on line. E’ stato pensato, invece, come un insieme di risorse che possono integrare il lavoro del docente adattandosi alle proprie esigenze didattiche, ma anche alla personalizzazione del percorso di studio dello studente che deve recuperare.
In sostanza: risorse didattiche centrate sull’apprendimento dello studente, da integrare con la didattica quotidiana del docente. E gestite da lui. Infatti – e questo è il nodo che ne fa una vera attività didattica programmabile “dal basso” – l’accesso alla piattaforma avviene dal sito di Indire, tramite la scuola di appartenenza e i docenti, i soli che possono iscrivere i propri studenti alle attività.
300 le attività di vario tipo proposte nell’ambiente a cura di docenti di scuola, universitari e di esperti delle discipline. 4 le discipline a disposizione: Matematica, Fisica, Inglese e Latino. Numerosi docenti di scuola su tutto il territorio nazionale si sono confrontati con esperti di metodologia delle materie e, insieme, hanno selezionato gli argomenti più ostici e ricorrentemente difficoltosi per i nostri studenti.
Nella piattaforma è possibile “fare” o “essere aiutati a fare”, secondo un modello che integra risorse per lo studio a strumenti di comunicazione con il proprio docente o con docenti esperti. Quindi, da un lato, sarà possibile assegnare allo studente attività di autoapprendimento, esercizi, problem solving, test, giochi e simulazioni. Ogni attività sarà corredata con schemi esemplificativi, prove di autovalutazione, dimostrazioni guidate, link, vocabolario o calcolatrice.
Dall’altro lo studente potrà accedere a spazi per la discussione, la correzione, il suggerimento. Forum organizzati e moderati da docenti esperti, in cui scambiare idee e informazioni sugli aspetti contenutistici e metodologici delle materie in cui si hanno difficoltà. Insomma, non un PC in rete visto come esercitatore o deposito di “dritte” per salvarsi dall’interrogazione o dal compito in classe, come ne esistono molti. Piuttosto una vera piattaforma di scambio, condivisione e apprendimento in cui il docente, lo studente e gli esperti di Puntoedu svolgono ruoli diversi, attivi nella loro presenza e competenza.
Per accedere all’iscrizione le scuole possono ricavare tutte le informazioni dal sito di Indire (www.indire.it) . E’ una coraggiosa scommessa che Indire pensa di aprire negli anni prossimi ad altre discipline e non solo agli studenti con l’obbligo di recupero. E’ una scommessa per l’impiego della piattaforma ad integrazione delle normali attività didattiche; ma anche per l’apertura a nuove strategie, personalizzate e collaborative, in cui motivazione e impegno spingono docente e studente, ognuno nel proprio ruolo, alla costruzione di apprendimenti dal sapore nuovo.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese