Home Archivio storico 1998-2013 Generico Sottoscritto il contratto del comparto ricerca

Sottoscritto il contratto del comparto ricerca

CONDIVIDI
  • Credion
Gli incrementi economici (mediamente euro 145,60, per l’Enea euro 136,90) rivaluteranno le varie posizioni economiche con particolare attenzione alla fascia iniziale del profilo di ricercatore e tecnologo. Nel contratto, sottoscritto dopo ben 38 mesi dalla scadenza del precedente, sono anche contenute norme generali che consentono la piena contrattazione su tutte le risorse che provengono agli enti di ricerca da fonti non ordinarie.
Prevista anche la rivalutazione del buono pasto e specifiche norme su assenze, telelavoro, ecc.
Il testo del contratto collettivo nazionale del comparto Ricerca dovrà essere approvato dal Governo e sottoposto al vaglio della Corte dei Conti prima della firma definitiva.

La Flc Cgil, che ha deciso di sottoporre l’accordo al voto referendario, cosi come è avvenuto per tutti i contratti recentemente sottoscritti, ha sottolineato come “nonostante le enormi difficoltà incontrate durante la fase della trattativa ed il contesto politico e sindacale profondamente mutato in questi mesi, il risultato ottenuto è un risultato positivo”.