Stati generali della scuola: continua la protesta degli studenti

CONDIVIDI

In questi giorni si stanno tenendo gli Stati Generali della scuola, un evento organizzato dall’Unione degli Studenti. Ad aderire all’iniziativa sono più di 600 studenti e altre realtà sociali e politiche.

Lo scopo di questo evento generale è quello di scrivere una riforma della scuola pubblica a partire da chi la vive tutti i giorni.

Icotea

Gli Stati Generali si svolgono dal 18 al 20 febbraio. La Tecnica della Scuola è stata presente, intervistando alcuni studenti.

“Non vogliamo che dalla pandemia si esca come quando si è entrati, con una scuola sottofinanziata, trasformata in un’azienda e pressata in una competizione senza senso. Per farlo dobbiamo confrontarci con le studentesse e con gli studenti, in quali ci hanno ricordato che l’istruzione è prima di tutto una scuola di democrazia”: a dirlo alla Tecnica della Scuola è stato Francesco Sinopoli, segretario generale Flc-Cgl, nel giorno di apertura dell’iniziativa.