Home Personale Stipendi scuola, venerdì 21 febbraio l’accredito: tutte le info utili

Stipendi scuola, venerdì 21 febbraio l’accredito: tutte le info utili

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Novità per l’accredito dello stipendio per il personale della scuola previsto per febbraio. L’esigibilità della spettanza del secondo mese dell’anno cadrà venerdì 21.

Solitamente il giorno del pagamento è il 23, ma questo mese cade di domenica e pertanto l’accredito sarà anticipato.

Entro venerdì 28 dovrebbero essere pagati i supplenti del comparto scolastico, ovvero entro 10 giorni dall’emissione che si verificherà come di consueto il giorno 18.

ICOTEA_19_dentro articolo

Anche a febbraio l’importo del cedolino dovrebbe risultare più “pesante”, in quanto mancheranno ancora le addizionali regionali e comunali che torneranno, come di consueto, da marzo.

Stipendi scuola, addizionali regionali e comunali: cosa sono

L’addizionale comunale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF nazionale ed è dovuta se per lo stesso anno risulta dovuta quest’ultima. E’ facoltà di ogni singolo comune istituirla, stabilendone l’aliquota e l’eventuale soglia di esenzione nei limiti fissati dalla legge statale.

L’addizionale regionale all’IRPEF è un’imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell’IRPEF e deve essere versata se per lo stesso anno risulta dovuta l’IRPEF. Ogni singola Regione e Provincia autonoma può stabilirne l’aliquota entro i limiti fissati dalla legge statale.

NoiPA, con un proprio messaggio, ha chiarito che le addizionali regionali e comunali all’IRPEF sono calcolate sul reddito dell’anno precedente e applicate in nove rate da marzo a novembre.

Si aggiungono alle somme IRPEF dovute da ciascun amministrato, e sono versate direttamente alla regione e al comune di residenza.

Per verificare le aliquote è sufficiente collegarsi al sito del Dipartimento delle Finanze al link http://www.finanze.gov.it/ nella sezione “Fiscalità regionale e locale”

Stipendi scuola, cosa è il cedolino NoiPa

Il cedolino è un documento che elenca le voci inerenti i dettagli di pagamento e/o le ritenute relative allo stipendio di un lavoratore dipendente. È disponibile in formato elettronico e rimane disponibile per 15 mesi dalla pubblicazione.

Tutte le pagine del cedolino elettronico sono dotate di Codici Grafici Bidimensionali che garantiscono la provenienza e l’inalterabilità del documento.

Come visualizzare il cedolino nel portale NoiPa

Il cedolino si può visualizzare nell’area riservata del portale NoiPa, nella sezione “Documenti Personali”, inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Una volta entrati nell’”Archivio Cedolini” e nella sezione “Documenti disponibili”, si può visualizzare, stampare o salvare il documento sul proprio computer.

Cosa è NoiPa App

Oltre alla funzione di controllo dello stipendio l’applicazione permette di consultare e salvare la propria Certificazione Unica (ex modello CUD) sul dispositivo, di consultare le notizie del portale NoiPA e richiedere direttamente assistenza per le funzioni disponibili sull’App.

Lo sviluppatore promette aggiornamenti costanti nel prossimo futuro e l’integrazione di altre funzioni. In rete in realtà erano da tempo già disponibili app di terze parti, ma a differenza di queste ultime, NoiPA garantisce sicurezza delle informazioni trasmesse e privacy.

VERSIONE ANDROID

VERSIONE IOS (consultabile anche da tablet)

Preparazione concorso ordinario inglese