Home Didattica Studiare fumetti a scuola, un laboratorio di storia illustrata

Studiare fumetti a scuola, un laboratorio di storia illustrata

CONDIVIDI

Come studiare fumetti a scuola? Legando il fumetto alla storia ovvero facendo nel contempo didattica della storia e didattica del fumetto, dalla scuola primaria in su. Insomma, trasformare lo studio della storia nell’analisi delle illustrazioni che la ritraggono e la rappresentano può avere grande impatto tra i banchi di scuola. (VAI AL CORSO)

Fonti convenzionali e non convenzionali

La storia infatti usa fonti convenzionali e fonti non convenzionali per offrire a chi studia la storia prospettive nuove da cui guardare agli avvenimenti del presente e del passato, con il vantaggio, per quanto riguarda le fonti non convenzionali come il fumetto, di avvicinare le fasce giovani alla disciplina storica con spirito positivo, scevro da pregiudizi.

Icotea

La motivazione allo studio

In altre parole, fare studiare fumetti a scuola e fare storia attraverso i fumetti, è un’operazione particolarmente efficace dal punto di vista della motivazione allo studio, che è la chiave del successo di una carriera scolastica, ciò che aiuta non solo a imparare ma a trattenere, perché si apprezza ciò che si impara e lo si ritiene degno di divenire un bagaglio personale da portare con sé nel tempo.

Il corso

In quest’ottica e con questo obiettivo didattico, Marco Peroni, storico e sceneggiatore di graphic novel, propone alle scuole e ai docenti un ciclo di incontri dalle finalità immediatamente operative: comprendere, in generale, il linguaggio del fumetto con le sua caratteristiche più importanti; conoscere i più recenti sviluppi del fumetto d’autore italiano come nuovo linguaggio di narrazione della storia, in grado di intercettare la sensibilità per le immagini del pubblico più giovane; selezionare alcuni argomenti e alcuni autori che li hanno raccontati, per costruire insieme modelli di lezione alternativi da proporre in classe.

Quali competenze?

Su quali competenze si può lavorare in classe?

  • Sull’identificazione delle fonti non convenzionali;
  • sulla competenza di analisi della complessità della fonte fumetto;
  • sulla competenza di analisi comparata tra fonti non convenzionali e complementari (canzone e letteratura, cinema e televisione, giornalismo e fumetto);
  • sull’applicazione degli strumenti acquisiti ad altre epoche e ad altri argomenti.

Il corso

Il corso Segnali di fumetto. La storia italiana nella graphic Novel, del nostro formatore Marco Peroni, è in programma dal 2 febbraio 2021.