Home I lettori ci scrivono Tagli delle classi: protesta il deputato Ferri (Italia Viva)

Tagli delle classi: protesta il deputato Ferri (Italia Viva)

CONDIVIDI
Voglio unire la mia voce a quella delle sigle sindacali che hanno manifestato in un documento una seria e forte preoccupazione sui tagli delle classi, e quindi dei docenti e del personale ATA nella nostra provincia.
Siamo stufi di essere sempre penalizzati. Porterò il caso in Parlamento e presenterò un’interrogazione alla Ministra Azzolina perché notiamo poca attenzione ai territori e al diritto di istruzione di tutti. Nessuno deve essere escluso. Dai dati che abbiamo le province più penalizzate saranno quelle di Massa Carrara e Lucca.
Disparità di trattamento dunque con le altre province della Toscana. Per quanto riguarda la Situazione covid, la provincia di Massa Carrara e’ stata molto colpita sia per numero contagiati che per decessi, a settembre con il calo di organici non sarà assolutamente possibile garantire il minimo di sicurezza, tenuto conto anche di un altro fattore negativo, ossia la criticità relativa alla edilizia scolastica, sia nel primo sche nel secondo ciclo.
Non potremo garantire il diritto costituzionale alla istruzione. I doppi turni sono impensabili per i noti problemi legati ai trasporti e alla frammentarietà dei collegamenti.
La ministra Azzolina aveva inoltre garantito il mantenimento degli organici, pur in presenza del calo demografico. Le chiediamo di mantenere le promesse fatte.
Cosimo Maria Ferri
Componente Commissione Giustizia Camera dei Deputati 
CONDIVIDI