Home Alunni Troppi studenti impreparati a proteggersi da un sisma in classe

Troppi studenti impreparati a proteggersi da un sisma in classe

CONDIVIDI
  • Credion

Gli alunni non saprebbero come comportarsi in caso di terremoto e la scuola, purtroppo, non sempre li aiuta.

Secondo una ricerca pubblicata da Ansa, il 28% degli studenti afferma di non aver ricevuto nessuna istruzione al riguardo dal suo istituto, il 22% di non aver nemmeno mai svolto una prova di evacuazione per simulazione di terremoto tra le sue mura scolastiche. La situazione migliora nettamente tra i ragazzi che vivono in zone a rischio sismico, anche se a loro dire non sempre le strutture sono a norma.

Icotea

Sembra poi che il 65% degli alunni che vivono in zone particolarmente segnate dai terremoti abbia affermato di essere stato ben formato per l’evenienza, un altro 1 su 3 dice di aver avuto difficoltà nell’eseguire le indicazioni perché fornite troppo tempo addietro, mentre a un buon 3% nessuno ha mai spiegato come si sarebbe dovuta svolgere l’esercitazione.

In ogni caso, quando la simulazione si è svolta, nel 73% dei casi ha regnato la confusione: vuoi perché la prova non è stata presa seriamente dagli studenti (51%) o perché suoi insegnanti non erano preparati a sufficienza (8%), o entrambe le cose(14%). Tuttavia non tutto è da buttare: per il 68% degli intervistati la simulazione svolta è comunque stata utile.

 

{loadposition eb-abc-sicurezza}

 

E quando l’esercitazione non si fa? Chi fa da sé fa per tre è il pensiero di oltre 2 teen su 5 che non ne hanno mai svolta una, ma che comunque si dicono preparati qualora un terremoto si verificasse davvero. Un merito che va interamente a loro visto che dicono di essersi documentati in maniera autonoma.

Incerto sulle tecniche di prevenzione in caso di terremoto sarebbe un altro 40% di ragazzi, mentre il 18% confessa addirittura che, con tutta probabilità, si farebbe prendere dal panico.

I numeri cambiano se si tratta di studenti che vivono in territorio ad alto rischio.  Qui la totalità – il 90% – dice di avere svolto almeno una prova di evacuazione a scuola. Preoccupa invece il fatto che a ben 1 su 3 di loro risulti che la scuola non sia stata costruita secondo le norme antisismiche né, tanto meno, che abbia subito dei lavori di adeguamento in tal senso.