Home Attualità Tutti 10 in pagella: tante le segnalazioni da tutta Italia

Tutti 10 in pagella: tante le segnalazioni da tutta Italia

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Sta creando molto interesse la nostra iniziativa “Tutti 10 in pagella”: ci stanno scrivendo genitori, insegnanti e anche qualche dirigente scolastico per segnalarci casi interessanti e meritevoli.

Le insegnanti dell’Istituto comprensivo di Via Messina di Roma ci raccontano il caso di Ginevra Lauro (classe quinta di primaria) che – scrivono – “ha evidenziato responsabilità costante e viva partecipazione nelle attività della DAD così come quelle in presenza”.

La mamma di Francesco Iliceto (seconda primaria del Comprensivo “De Amicis-Pio XII” di Foggia) ci invia la pagella del figlio che nel primo quadrimestre aveva riportato 9 in tutte le materie che, grazie al suo impegno, si sono trasformati tutti in 10.

ICOTEA_19_dentro articolo

Due docenti della classe IA della secondaria di primo grado “De Gasperi” di Marsala ci parlano di Lucrezia Calzolari che “ha sempre partecipato alle attività didattiche (sia in presenza che a distanza) con entusiasmo”.
Già il 5 marzo, primo giorno di DAD – scrivono le docenti – aveva inviato via mail un video didattico su Publio Virgilio Marone e in seguito, da provetta booktuber, ha realizzato una presentazione digitale sul libro ‘Scurpiddu’ di Capuana”.
E a giugno Lucrezia ha anche partecipato alle semifinali on line dei Giochi matematici Bocconi (categoria C1) ottenendo la medaglia di bronzo.

Le maestre Cira e Colette della scuola primaria IV Novembre di Capri segnalano Paolo Alejandro Spataro di classe seconda che – scrivono – “ha dimostrato verso le attività proposte un interesse spiccato, una partecipazione attiva e un impegno serio e responsabile”.

Erica Francalanci, insegnante dell’istituto comprensivo “Goldoni” di Martellago (VE) ci segnala addirittura 5 alunni della propria classe (la V A) che “si sono distinti durante tutti gli anni di scuola ma in particolare durante i tre mesi di didattica a distanza”.
“Tutti gli alunni della classe – racconta la maestra – hanno dato il massimo in questo periodo connettendosi almeno tre ore ogni giorno in videoconferenza con noi insegnanti e trovandosi nei pomeriggi per approfondire gli argomenti trattati, elaborare nuovi materiali, curare il sito della classe”.
“Ma – aggiunge – ai seguenti cinque alunni però va un encomio speciale: ad Anna Tessarotto per le competenze linguistiche, narrative in particolare; a Gioele Concolato per la sua mente brillante in ambito scientifico matematico ma anche in tutti gli altri temi affrontati e per aver tenuto una lezione di scienze rivolta ai suoi compagni; ad Augusto Pellizzari per la sua eleganza formale e l’impegno profuso in tutte le discipline affrontate; ad Elena Rossi per le sue competenze in ogni ambito e per la enorme sensibilità che la contraddistinguono e per essere riuscita ad essere sempre connessa anche se con un computer in comune con la sorella; a Giada Vanin, oltre che per le sue competenze e i risultati raggiunti, per la capacità di legare il gruppo classe e la spiccata iniziativa dimostrata e per l’aiuto rivolto ai compagni che non riuscivano a connettersi sempre”.

Del tutto diverso il caso di Pietro Pecoraro, segnalatoci dal dirigente scolastico dell’Istituto superiore di Lercara Friddi (PA) come “unico alunno nell’aver raggiunto 10 in tutte le materie su 1200 alunni della scuola”.
L’alunno ha frequentato la terza classe del liceo scientifico ed “ha raggiunto un livello eccellente di preparazione in tutte le aree disciplinari, dimostrando un bagaglio di conoscenze completo e approfondito, responsabilità e interesse esemplari e piena autonomia nell’organizzazione nel lavoro”.

Un altro caso di tutti 10 arriva dall’istituto comprensivo Alessio-Contestabile di Taurianova dove il piccolo Riccardo Parrone ha frequentato la classe quinta.

Esemplare, infine, la storia di Mattia Carta, un alunno della classe V della primaria di Cardedu, nella provincia dell’Ogliastra.
“Ciò che mi è mancato di più durante la DAD – scrive la maestra – è stato poter vedere nei suoi grandi occhi la voglia di imparare, l’avidità di conoscenza rispetto a tutti gli argomenti presentati, le domande e la partecipazione fondamentali per il gruppo classe”.

 

Come segnalare gli alunni più bravi

I docenti potranno effettuare le loro segnalazioni scrivendo a [email protected] ed inviando i seguenti dati:

– breve sintesi dell’esperienza dell’alunno

– numero di telefono di riferimento (solo per uso della redazione) e nominativo di un genitore da contattare, insieme a nome, cognome e città dell’alunno

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese