Home Attualità Vaccino AstraZeneca, Antonella Viola: “EMA deve prendere una posizione trasparente”

Vaccino AstraZeneca, Antonella Viola: “EMA deve prendere una posizione trasparente”

CONDIVIDI
  • Credion

EMA deve prendere una posizione trasparente sul vaccino Astrazeneca e dettare una linea europea per il suo utilizzo“.

A dirlo qualche giorno fa l’immunologa Antonella Viola, che con un post su Facebook denuncia la mancanza di una linea comune in UE.

Icotea

Non è possibile – continua – avere paesi europei in cui il vaccino è bloccato, altri in cui si può utilizzare solo negli over 55-60 e altri ancora che non applicano alcuna restrizione. Se i dubbi che hanno portato Francia, Germania e Olanda a bloccare la somministrazione di questo vaccino nei più giovani sono fondati, EMA deve regolamentarne l’uso ovunque. È vero che non c’è certezza di una correlazione tra i rari eventi di trombosi e il vaccino ma è anche vero che il numero riportato è maggiore rispetto ai vaccini a mRNA. Ed è anche vero che EMA non ha escluso la possibilità che siano collegati”.

Se l’affermazione che i benefici superano i rischi è senz’altro vera negli over 55, – conclude – ci aspettiamo al più presto di sapere se questo è valido anche nei giovani, e in particolare nelle donne giovani. L’unico modo per generare e mantenere la fiducia nelle vaccinazioni è la trasparenza e l’accuratezza delle analisi“.

E con un post di poche ore fa la stessa immunologa ha dichiarato: “Sospendere il vaccino Astrazeneca nelle persone con meno di 60 anni non sarebbe un problema perché ora la nostra priorità è vaccinare gli over 60. Siamo molto indietro in questo programma ed è invece cruciale per svuotare gli ospedali e allentare le restrizioni. Quindi usiamo tutti i vaccini che abbiamo in questa fascia di età. Dopo luglio avremo abbastanza dosi di Pfizer per partire con la vaccinazione dei più giovani“.

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook