Home Didattica Valutazione, gli aspetti critici e gli errori sistematici

Valutazione, gli aspetti critici e gli errori sistematici

CONDIVIDI

La valutazione degli alunni è senza dubbio uno dei momenti fondamentali dell’apprendimento. Ma è anche uno dei processi didattici più insidiosi per il docente.
Essere obiettivo? Essere rigido? Essere morbido allo scopo di dare una chance all’alunno? Sono tutti interrogativi che si pongono gli insegnanti al momento della valutazione.
E’ scontato che la valutazione dovrà essere obiettiva e non punitiva, ma metterlo in pratica è sempre molto difficile.

Valutazione alunni: gli aspetti critici

A volte, dai dibattiti sui social, si evince la mancanza di condivisione dei significati su questo tema fra gli stessi docenti, che a volte hanno difficoltà ad attuare una valutazione autenticamente formativa.
Non solo: la routine e lo stress a volte incidono e portano ai cosiddetti “errori sistematici” di valutazione.

E poi la famosa diatriba conoscenze contro competenze: non si possono tralasciare le conoscenze e le abilità, ma è ugualmente sbagliato ignorare le competenze e i processi. Insomma, a ben vedere, i punti dolenti sono tanti.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nella valutazione bisogna tenere conto di alcuni fattori determinanti. Fra questi ricordiamo l’impatto socioemotivo e motivazionale della valutazione sugli alunni, il frequente mancato rapporto fra valutazione ed obiettivi di apprendimento individuati nel curricolo di Istituto e nelle progettazioni di classe e disciplinari. Anche la scelta delle prove di verifica e delle modalità di valutazione risultano essere spesso una criticità, così come la comunicazione della valutazione agli studenti.

Valutazione alunni: su cosa puntare

Di contro, sarebbe invece il caso di migliorare la capacità di inquadrare in modo semanticamente corretto i principali termini relativi alla valutazione degli apprendimenti e una flessibilità delle strategie valutative in rapporto alle varie situazioni progettuali e contestuali.
Sarebbe anche auspicabile incentivare il processo di autovalutazione negli studenti, in modo da renderli maggiormente consapevoli ed instaurare una comunicazione più efficace con loro.
Anche le prove di verifica potrebbero essere strutturate in funzione di apprendimenti prefissati e aderenti alle reali necessità degli alunni.

 

Queste tematiche saranno presenti nel corso organizzato da La Tecnica della Scuola, ente di formazione accreditato dal Miur per la formazione del personale della scuola (prot. n. AOODGPER/6834/2012) ai sensi della direttiva ministeriale n. 90/2003 adeguato ai sensi della Direttiva n. 170/2016, dal titolo: “Gli aspetti critici della valutazione di apprendimenti e competenze oggi”.

Il corso, in modalità webinar sarà svolto in 4 incontri di 2 ore e 30 minuti ciascuno per un totale di 10 ore di formazione
> Lunedì 13 maggio 2019 – Dalle 16.30 alle 19.00
> Lunedì 20 maggio 2019 – Dalle 16.30 alle 19.00
> Giovedì 23 maggio 2019 – Dalle 16.30 alle 19.00
> Venerdì 24 maggio 2019 – Dalle 16.30 alle 19.00

 

PER AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI CONSULTARE LA SCHEDA DEL CORSO QUI