Home Personale Accesso a NoiPA, dal 30 aprile necessari SPID, CIE o CNS

Accesso a NoiPA, dal 30 aprile necessari SPID, CIE o CNS

CONDIVIDI

Salvo interventi dell’ultima ora (sono ancora in corso interlocuzioni tra il MI e il MEF), l’avvio delle nuove modalità di accesso a NoiPA, tramite SPID, CIE e CNS, inizialmente previsto per il 7 marzo, resta fissato al 30 aprile.

A partire da questa data, le nuove modalità di accesso saranno le seguenti:

Icotea
  • Carta d’Identità Elettronica (CIE), Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o SPID rafforzato dall’utilizzo di una One Time Password (OTP) secondo la procedura descritta nella pagina Accesso area personale, per l’accesso all’area personale di NoiPA per l’utilizzo dei servizi dispositivi in modalità self-service;
  • Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o Carta d’Identità Elettronica (CNS), per gli operatori che utilizzano le funzionalità di consultazione e aggiornamento all’interno della propria area di lavoro, come descritto nella sezione “L’accesso al sistema NoiPA” nella pagina Amministrazioni.

In proposito, NoiPA ricorda l’importanza di controllare e validare l’indirizzo e-mail registrato nel portale, non soltanto per ricevere informazioni ma anche, dal 30 aprile, per accedere ai servizi.

La verifica e la validazione dell’indirizzo e-mail può essere effettuata nell’area privata, utilizzando la funzionalità “Modifica dati personali“, presente nel menù in alto a destra accanto al nominativo. A partire dal 30 aprile la validazione dell’indirizzo e-mail sarà consentita utilizzando esclusivamente l’autenticazione con SPID livello 2, CIE o CNS.