Aggiornamento GPS, un caso politico. Governo in fibrillazione

CONDIVIDI

Il problema delle GPS non è più una questione tecnica (rinnovarle adesso o il prossimo anno) ma si è trasformato in un caso politico: l’ emendamento a firma di Valentina Aprea (F)) è stato bocciato nonostante il parere favorevole del Governo.
Il presidente Draghi non l’ha presa bene anche perché a questa bocciatura se ne sono aggiunte altre tre anch’esse particolarmente importanti.
Nel merito la vicenda è molto complicata.
L’emendamento Aprea prevedeva l’aggiornamento delle GPS da subito, ma anche il rinvio di un anno dell’aggiornamento delle GAE
Lega e Forza Italia hanno votato a favore, mentre hanno votato contro M5S e una parte del PD.
Lucia Azzolina, però sostiene che la proposta Aprea non avrebbe permesso quest’anno l’aggiornamento delle graduatorie.
La sensazione è che all’interno della maggioranza di Governo sia in atto una sorta di regolamento di conti di cui potrebbero fare le spese 700mila docenti precari che vorrebbero iniziare a lavorare a partire dal prossimo settembre.
Ma c’è anche un altro tema, di grande attualità, quello del reclutamento, con cui il Governo si deve confrontare è quello del reclutamento.
E su questo sentiamo anche cosa ha da dire il ministro Bianchi.

Tutto questo e molto altro nel nostro VIDEO di oggi.

Icotea