Home Disabilità Alunni disabili, l’inclusione passa per l’attività sportiva

Alunni disabili, l’inclusione passa per l’attività sportiva

CONDIVIDI

Il 22 giugno è stato firmato al Miur il Protocollo d’Intesa con Special Olympics Italia, per migliorare l’inclusione degli studenti con disabilità intellettiva.

Le due parti hanno convenuto che l’attività motoria e sportiva può essere un canale preferenziale per sensibilizzare i giovani alla conoscenza della disabilità intellettiva, anche al fine di “eliminare stereotipi e pregiudizi ed a prevenire comportamenti violenti e discriminatori, come il bullismo e l’emarginazione”.

Icotea

 

{loadposition eb-scuola-italia}

 

Nello specifico, sono stati individuati programmi ed azioni da intraprendere negli istituti scolastici di ogni ordine e grado, che prevedono, da parte delle scuole, l’opportunità di avviare offerte formative, percorsi di sport unificato che mirino ad una piena inclusione delle persone con disabilità intellettiva all’interno della società.

“Ci si impegna inoltre – spiegano i promotori dell’accordo – a garantire, nella misura massima possibile, il diritto all’istruzione ed al benessere fisico degli studenti con disabilità intellettiva per rafforzare le competenze cognitive e relazionali; favorendo il successo formativo e la partecipazione alla vita sociale e lavorativa”.

 

{loadposition eb-valore-formativo}

 

 

{loadposition facebook}