Home Attualità La Geologia nella scuola: “Imparare con la testa e con il cuore”

La Geologia nella scuola: “Imparare con la testa e con il cuore”

CONDIVIDI
  • Credion

 

L’Associazione “AVUS 6 Aprile 2009”, il Consiglio Nazionale dei Geologi e la Fondazione “Centro Studi” del CNG, nel 2014,hanno assegnato un premio per tesi di Laurea in Geologia su temi inerenti la prevenzione sismica. Quest’anno gli stessi, oltre a riproporre il premio di laurea, hanno esteso l’iniziativa al concorso nazionale: “AVUS per San Giuliano di Puglia – conoscere per prevenire” rivolto agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado. L’intento è di onorare la memoria dei bambini e dell’insegnante vittime del terremoto di San Giuliano di Puglia e degli studenti universitari fuori sede vittime del terremoto de L’Aquila.

L’importanza di avviare i bambini e i ragazzi a conoscere la realtà che li circonda passa attraverso l’osservazione, l’informazione, la possibilità di fare esperienze, di costruire atteggiamenti e comportamenti necessari ad“ abitare il mondo”.

La Geologia nella scuola significa stimolare i piccoli a osservare le trasformazioni ambientali, cosa si è guadagnato, quanto si è perso e quanto può essere ancora recuperato. Significa far capire loro come gli elementi naturali entrano nel tessuto urbanistico del territorio dove si vive, attraverso nuove finalità formative. 

Icotea

Per la prima volta la Geologia entra nellescuole per un’iniziativa rivoluzionaria: fare rete nel campo della prevenzione dai rischi geologici mediante lo studio dei fenomeni naturali e delle dinamiche che l’uomo deve conoscere per imparare a conviverci in sicurezza. Agli Istituti Comprensivi che aderiranno al progetto, sarà prodotto materiale didattico.

La scuola, così, si apre al territorio e al tessuto sociale per diventare veicolo di informazione e formazione per una corretta “coscienza ambientale”, rendendo più solidale il rapporto tra Istituzione Scolastica e società. Far conoscere il legame con la naturale evoluzione del territorio e la possibile convivenza dell’uomo con i suoi rischi naturali.

Nelle Scuole Primarie, attraverso fumetti o disegni, si potrà raccontare la naturale evoluzione del pianeta Terra, convivenza dell’uomo con i suoi continui cambiamenti. I ragazzi delle Scuole Secondarie di I^ grado, invece, potranno realizzare videoclip o cortometraggi.

Al Progetto Didattico potranno concorrere gli Istituti Scolastici Comprensivi di tutto il territorio nazionale.

La scadenza delle candidature al Progetto/Concorso è fissata al 31 gennaio 2015.

Gli elaborati dovranno essere presentati entro il 15 Maggio 2015.

Il bando è scaricabile dal sito ufficiale del Consiglio Nazionale dei Geologi: http://cngeologi.it/2014/10/27/regolamenti-premi-avus-2014-2015/.