Home Attualità Banchi a rotelle, in 3 scuole su 4 niente didattica innovata e...

Banchi a rotelle, in 3 scuole su 4 niente didattica innovata e distanziamento [risultati SONDAGGIO]

CONDIVIDI

Nelle scuole i famosi 400 mila banchi a rotelle comprati durante il mandato dell’ex ministra Lucia Azzolina e gestiti dall’allora commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, più correttamente chiamate sedute innovative, sono stati utilizzati davvero molto poco: è quanto risulta dai risultati provenienti dal sondaggio della Tecnica della Scuola, al quale hanno partecipato più di mille persone. Ebbene, in 7 casi su 10 pare che le sedute innovative, di cui abbiamo più volte riferito, non siano state adoperate affatto. In 1 caso su 10 sono state adoperate in apposite aule laboratoriali; mentre solo in circa 2 casi su 10 sono state situate nelle aule scolastiche e destinate alla didattica ordinaria o innovativa.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sondaggiobanchi_nonusati.png

Quanto all’obiettivo di innovazione didattica, sempre dal sondaggio risulta che solo in minima parte le sedute innovative sono state di slancio per il miglioramento delle pratiche didattiche. Nel 74% dei casi i docenti affermano che anche in presenza di banchi innovativi la didattica è rimasta la stessa, legata alla lezione frontale.

Icotea

E va anche fatto notare che non tutti gli istituti, a quanto sembra, hanno ricevuto i banchi commissionati. In alcuni casi, 2 su 10 circa (il 23,4%), nelle scuole sono arrivate solo le mascherine. Se queste percentuali, fuoriuscite da un campione di mille utenti, fossero confermate, significherebbe che 1 banco a rotelle su 4 non è stato consegnato.

Tuttavia, possiamo anche ipotizzare che a questo dato abbia contribuito anche la risposta di chi non sa che i banchi sono arrivati nelle proprie scuole o di chi non ha chiaro che la propria scuola, magari, le sedute innovative non le ha ordinate.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sondaggiobanchi_arrivati.png

Ad ogni modo, la stragrande maggioranza dei lettori della Tecnica della Scuola dichiara di non ritenere davvero utili gli strumenti forniti dall’allora commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e fortemente voluti dalla ministra Lucia Azzolina. Per il 77,7% dei nostri lettori, infatti, i banchi monoposto non hanno garantito l’adeguato distanziamento.

La ex ministra dell’Istruzione sull’argomento aveva dichiarato: “A giugno il Comitato tecnico scientifico mi ha detto che se intendevo riaprire le scuole a settembre, serviva il metro di distanza. In Europa esistono i monoposto tradizionali e le sedute innovative, i cosiddetti banchi a rotelle. Sono stati i presidi a scegliere di quali avvalersi: abbiamo consegnato 400mila sedute innovative e 2 milioni di monoposto. Un investimento strutturale, che resterà. Ma che nella becera propaganda politica di chi non conosce la scuola è diventato altro”.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sondaggiobanchi_distanziamento.png

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

Quanto alle mascherine, come abbiamo scritto più volte, i più non le usano, preferendo le proprie: 8 su 10 sono coloro che rifiutano la mascherina in dotazione dal Ministero dell’Istruzione.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sondaggiobanchi_mascherina.png

A rispondere, in gran parte docenti (78%), quindi, in seconda battuta, Dirigenti Scolastici (10%). Dal Nord Italia il 41,8% di risposte; il 39,4% dal Sud, isole incluse. La quota restante (18,8%) proviene dal centro Italia.

——————————

Precisiamo che l’indagine è stata realizzata dalla testata giornalistica “La Tecnica della Scuola” nel periodo che va dal 12 maggio al 17 maggio 2021. Hanno partecipato 1.081 soggetti. Il sondaggio non ha carattere di scientificità: i risultati derivano da conteggi automatici.

LEGGI ANCHE