Home Attualità Banchi a rotelle ritirati, Azzolina: “fake news, vi prendono in giro”

Banchi a rotelle ritirati, Azzolina: “fake news, vi prendono in giro”

CONDIVIDI
  • Credion

Da un giorno è stata rilanciata la polemica sulla faccenda dei banchi a rotelle non a norma antincendio e, di conseguenza, ritirati.

La Tecnica della Scuola aveva approfondito l’argomento, sottolineando quali sono i punti della vicenda da prendere in considerazione.

Icotea

Ad intervenire, la diretta interessata, l’on. Lucia Azzolina, ampiamente accusata di essere la responsabile del disagio.

Ma la pentastellata si difende e in un video pubblicato sui propri canali social smentisce le notizie che stanno circolando, facendo chiarezza sulla vicenda.

Infatti, parrebbe proprio che i banchi fuori norma non siano quelli a rotelle ma alcuni banchi monoposto tradizionali.

Ecco il video dell’ex ministra Lucia Azzolina.

Di seguito il comunicato dei portavoce MoVimento 5 Stelle.

“Giorgia Meloni lancia l’ennesima fake news sui cosiddetti ‘banchi a rotelle’ e Matteo Renzi e altri non perdono tempo per farle eco: è chiaro che non hanno alcun interesse a conoscere la verità sugli acquisti per le scuole fatti durante il precedente Governo, ma colgono ogni occasione per infangare il MoVimento 5 Stelle”. Lo dichiarano i del MoVimento 5 Stelle nelle commissione Cultura di Camera e Senato. 

“Banchi a rotelle che si incendiano? Assolutamente no – spiegano i portavoce -. Parliamo di banchi tradizionali, monoposto, che superano di diversi centimetri le dimensioni consentite dalle norme antincendio. Non c’è nessuno ‘scandalo’, né una responsabilità politica nella fornitura realizzata dalla Nautilus, ditta portoghese con cui, tra l’altro, già il Governo Conte II aveva rescisso il contratto a causa di ritardi nelle consegne”. 

“Quei banchi saranno ritirati a breve, come è giusto che sia, perché la salute di studentesse e studenti viene al primo posto, sempre. Ma ora basta fare sciacallaggio mediatico su una vicenda che, ricordiamo ancora una volta, non ha niente a che vedere con i banchi a rotelle, vera e propria ossessione di chi confonde la politica con la propaganda” concludono i portavoce pentastellati.