Home Archivio storico 1998-2013 Generico Cinema e scuola, sul lago di Bracciano kermesse di 5 giorni

Cinema e scuola, sul lago di Bracciano kermesse di 5 giorni

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Quando il cinema racconta la scuola c’è sempre tanta curiosità. Soprattutto per sapere se il mondo della celluloide è in grado di ben rappresentare quello dell’istruzione pubblica. A questa risposta potremo rispondere recandoci sul lago di Bracciano, dove nei prossimi giorni, dal 14 al 18 settembre, è in programma la prima edizione del Trevignano FilmFest. La kermesse sarà dedicata a temi e problemi dell’istruzione in diverse parti del mondo con film, corti e documentari. Per la serata inaugurale è stato scelto “The first grader” (Lo studente di prima elementare) di Justin Chadwick, ambientato in Kenya, film ancora sconosciuto in Italia su un contadino di 84 anni che vuole andare a scuola. Chadwick (già autore di “L’altra donna del re” con Scarlett Johansson e Natalie Portman) arriverà ad assistere a Trevignano dal Sudafrica dove ha girato la biografia di Nelson Mandela “A Long Road to Freedom”.
La rassegna presenterà alcuni classici, come il tedesco “L’onda” di Dennis Gansel, il francese “La classe” di Laurent Cantet vincitore della Palma d’Oro a Cannes nel 2008, “I ragazzi del coro”, successo del 2004 di Christophe Barratier. E poi un successo italiano della stagione appena conclusa, “Scialla” di Francesco Bruni. In programma ci sono però anche film appena usciti come “Monsieur Lazhar” e “Detachment ” sulla scuola in Canada e Stati Uniti.
Saranno presenti al festival anche Paolo Bianchini autore de “Il sole dentro”, realizzato in Guinea su due storie intrecciate di adolescenti clandestini fra Africa ed Europa, e i corti: “Il Maestro” con Maria Grazia Cucinotta al suo debutto registico, “Il supplente” del giovane Andrea Jublin nominato per l’Oscar, e documentari come “Esame di Futuro” girato in tre licei romani.
Martedì mattina, il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso parlerà ai ragazzi della scuola media locale sul tema della mafia dopo la proiezione di due cartoni animati su Falcone e Borsellino e su Don Puglisi.
Il Festival sarà aperto venerdì 14 sera da un concerto del giovane cantautore Luca Bussoletti che proporrà brani del suo Cantacronache, e sono stati invitati a chiuderlo cinque giovanissimi clarinettisti, The Fingers.
Il Trevignano FilmFest nasce dalla volontà di Fabio Palma di portare avanti l’eredità del nonno Fabio, falegname con la passione per i film e che nel 1939 aprì il primo cinema nella cittadina. Nel 1985 Fabio Palma ha rilanciato un cinema d’essai a Trevignano varando il premio Aiace Trevignano per i migliori giovani registi italiani. Nel ’95 vede la luce il Festival “La cittadella del corto”, con cortometraggi spediti da tutto il mondo. L’ultima nata, nel maggio del 2012, è l’Associazione culturale Trevignano FilmFest.
 
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese