Home Attualità Come parlare di salute a scuola: materiali utili su Educazione Digitale

Come parlare di salute a scuola: materiali utili su Educazione Digitale

CONDIVIDI
  • Credion

Nell’ambito delle iniziative promosse da Educazione Digitale, la piattaforma didattica gratuita riservata esclusivamente agli insegnanti (www.educazionedigitale.it), si è svolto oggi il webinar riguardante le attività proposte dalla Rete Nazionale della Salute.

La salute è un elemento essenziale nella nostra vita quotidiana, che può essere raggiunto attraverso la cura di noi stessi e degli altri. Introdurre questo tema, già a partire dalla scuola, è fondamentale affinché gli studenti diventino cittadini responsabili, attenti al proprio benessere e promotori, a loro volta, di uno stile di vita sano e consapevole.

In occasione del Live, attraverso le parole delle Associazioni e Fondazioni, che si occupano quotidianamente del tema del benessere e della sua promozione, è stata presentata la Rete Nazionale della Salute, la community dedicata a docenti e dirigenti scolastici per approfondire il proprio sapere in tema di salute.

Durante l’evento, sono intervenuti i referenti delle realtà partner della Rete:

  • Federsanità, la Confederazione nazionale delle Federsanità Anci regionali, che favorisce azioni e politiche finalizzate alla risposta ai bisogni di salute della popolazione;
  • IMI, Intergruppo Melanoma Italiano, Associazione scientifica senza fini di lucro, che interviene con un approccio multidisciplinare nella diagnosi e cura del melanoma;
  • Fondazione ANIA, ONLUS dell’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici, impegnata da anni in programmi educativi in materia di sicurezza stradale;
  • Società Nazionale di Salvamento, che promuove la cultura della sicurezza in acqua e la diffusione di regole di comportamento in mare;
  • ITINERARIA, Associazione di Promozione che opera sul territorio nazionale nel campo della divulgazione culturale.

Sono stati in particolare illustrati alcuni progetti e iniziative che i docenti possono proporre agli alunni, per approfondire le tematiche riguardanti la salute e i corretti stili di vita.

Tra questi il prof. Ignazio Stanganelli ha presentato Il Sole Amico, la piattaforma dell’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI) contenente informazioni e strumenti educazionali per ragazzi, docenti e famiglie sul tema della diagnosi e del trattamento del melanoma e dei tumori cutanei non melanoma. Il Sole Amico è anche un album a fumetti e video cartoon educativi. L’IMI propone anche contenuti didattici per le scuole primarie, organizzati in 5 moduli: perché proteggersi dal sole, la pelle e i suoi fototipi, radiazioni ultraviolette e ambiente, come proteggere i bambini e il decalogo della prevenzione. È previsto inoltre un concorso promosso nell’ambito del protocollo di Intesa con il Ministero dell’Istruzione dal titolo “Il sole per amico: impariamo a proteggere la pelle”, la cui scadenza per l’invio degli elaborati è il 30 aprile 2021.

Fabrizio De Giovanni, fondatore e direttore artistico di Itineraria, associazione che si occupa di teatro civile, ha parlato di due spettacoli destinati alle scuole medie e superiori dedicati al tema della droga e del gioco da azzardo. In particolare lo spettacolo “Stupefatto” racconta il percorso di un ragazzo di 14 anni nel mondo delle droghe. A causa della pandemia, gli eventi non possono svolgersi dal vivo e pertanto verranno proposti in diretta streaming. Il prossimo appuntamento è il 16 aprile su Itineraria.it. Itineraria è anche una radio, che affronta temi legati alla prevenzione. Su Educazione Digitale verrà anche proposto un questionario che i docenti potranno sottoporre ai ragazzi per sondare la loro conoscenza sulle sostanze stupefacenti. Saranno pubblicate anche delle schede che potranno essere utilizzate dagli insegnanti per illustrare i rischi delle droghe non solo sulla salute, ma anche dal punto di vista legale.

Giovanni Iacono, vice presidente di Federsanità, ha illustrato le attività in corso nelle scuole di promozione della salute, dedicate in particolar modo alla ricerca del benessere.

Alfredo Rossi della Società Nazionale di Salvamento ha spiegato l’importanza di insegnare a bambini e ragazzi ad approcciarsi al mare con il necessario rispetto, che però passa attraverso la conoscenza, insegnare cosa vuol dire acqua, mare, elementi di rischio. Basti pensare che il tuffo in acqua bassa è la seconda causa di tetraplegia tra i ragazzi, dopo la moto. In piattaforma saranno caricati, oltre a materiali informativi, anche filmati di prevenzione di incidenti nell’acqua che i docenti potranno utilizzare.

Infine, Anna Maria Giannini, referente scientifico per la fondazione ANIA, ha parlato del Progetto Dostoevskij, dedicato alla lotta al gioco patologico. La ludopatia è una dipendenza che spesso i ragazzi conoscono poco, nonostante l’Italia sia fra i primi paesi nel mondo e in Europa con numero di persone che giocano d’azzardo e quantità di soldi persi. Questo progetto vuole spiegare ai ragazzi come riconoscere e affrontare questa problematica.

Materiali informativi riguardanti le tematiche affrontate nel webinar saranno caricati sulla piattaforma www.educazionedigitale.it alla quale i docenti possono registrarsi gratuitamente.