Home Archivio storico 1998-2013 Generico Compiti a casa … ma non c’era una circolare?

Compiti a casa … ma non c’era una circolare?

CONDIVIDI
  • Credion
Puntualmente, sui mezzi d’informazione, si riaprono le polemiche fra i fautori dei compiti “frequenti e abbondanti” (perché tanto gli studenti sono abilissimi a ridurseli da soli) e coloro che li giudicano eccessivi e spesso didatticamente inutili. E a questa schiera appartengono, non solo molti genitori e alunni stressati da ‘carrettate’ quotidiane di compiti – che poi si ripercuotono anche su parenti e baby sitter – ma anche illustri pedagogisti e molti docenti delle nuove generazioni. E in tanti si interrogano pure sull’opportunità di impegnare o meno gli alunni anche durante le vacanze natalizie e pasquali, e il sabato e la domenica.