Home Concorsi Concorsi scuola: che fine hanno fatto? Facciamo il punto

Concorsi scuola: che fine hanno fatto? Facciamo il punto

CONDIVIDI

Volendo ripercorre il cammino dei concorsi per i docenti di ogni ordine e grado, emerge in modo lapalissiano come sui concorsi che riguardano la scuola, tutto sembra essere stagnante nonostante la procedura semplificata e snellita introdotta dal decreto N° 44 del primo aprile 2021.

Ad eccezione delle classi di concorso STEM, per i quali sono stati accelerati i tempi in modo quasi vertiginoso, e per il concorso per la scuola dell’infanzia e primaria, in fase di attuazione, tutti gli altri sembrano essere finiti nelle mani di Morfeo.

Icotea

Concorso scuola secondaria

Sulla gazzetta ufficiale n° 34 del 28 aprile 2020 era pubblicato il decreto n° 499 volto a reclutare personale docente per posti comuni e di sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado. Per il quale sono state presentate circa 431mila domande entro la DATA fissata del 31 luglio.

Il concorso sembrava essere in dirittura d’arrivo con l’emanazione del decreto n° 23 del 5 gennaio 2022 con il quale venivano modificate le procedure previste nel decreto 499 e con la nota n° 2825 del 26 gennaio con la quale si invitavano i professori universitari a presentare la domanda per assumere la funzione di presidenti di commissione.

Concorso abilitante

Concorso straordinario, per esami, finalizzato all’accesso ai percorsi abilitanti all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado bandito il 21 aprile 2020 con decreto n° 497 e rimasto nel dimenticatoio e i candidati che hanno presentato domanda entro il 15 luglio del 2020 sono ancora in attesa senza sapere quando come e se si svolgerà.

Concorso straordinario

I docenti con tre anni di servizio avrebbero dovuto partecipare a un concorso straordinario, in conformità a quanto previsto dal decreto 73 del 25 maggio 2021, entro il mese di dicembre del 2021. Detto concorso straordinario, avrebbe dovuto offrire la possibilità di immettere in ruolo i docenti con almeno tre anni di servizio di cui uno nella classe specifica nei posti residuati dall’immissione in ruolo per l’anno scolastico 2021/2022.

Anche per questo concorso i docenti aspettano di conoscere la data in cui presentarsi per svolgere la prevista prova.

Concorso IRC

Da ben 15 anni i docenti IRC aspettano il bando del concorso per l’immissione in ruolo, il 2020 sembrava fosse l’anno giusto per svolgere e portare a termine tutta la procedura, ma tra un rinvio e un altro si è arrivati al 20 luglio del 2021 data in cui il presidente del consiglio dei ministri autorizzava il Ministro dell’istruzione a emanare due procedure concorsuali per la copertura di 5116 posti.

l’attesa non è finita, infatti, con il decreto mille proroghe lo svolgimento del concorso è stato rinviato ulteriormente e dovrebbe svolgersi entro dicembre il 2022.